CACCIATORI DI MONTAGNA DI BECCACCE E DI BECCACCINI

Il più felice non è assolutamente chi ammazza di più ne tantomeno chi trova di più e neanche chi ha i cani migliori, il più felice è semplicemente colui che trae il maggior godimento e divertimento nel trascorrere il tempo nel bosco o in montagna dietro la coda del proprio cane inseguendo le prede desiderate…….."magari in solitaria nel più alto rispetto di chi e di cosa lo circonda"

Gli I.C.A. Che attendibilità hanno? Di Silvio Spanò e Philippe Vignac

Testo di Philippe Vignac e traduzione di Silvio Spanò

Ecco i risultati dello
studio della stagione 2017/18 comparati con quelli del 2016/7.

L’ICA (indice cinegetico di abbondanza) del CNB è un riferimento nazionale. E’ sistematicamente utilizzato ogni stagione dal Réseau Bécasse dell’ONCFS per stimare il livello di frequentazione della beccaccia in Francia. «Becanotes» del CNB è lo strumento che permette ai soci di riassumere i risultati di tutte le loro uscite di caccia, per ottenere i valori, dipartimentali e nazionale, dell’I.c.a per ogni stagione.

Più di 35 dipartimenti
mostrano anomalie importanti: ecco
le più rappresentative.

Dipartimenti ICA         16/17 ICA     17/18 Levate
16/17
Levate
17/18
Scarto
en nombre
Scarto
en %
Pas
de Calais
4,11 4,68 790 675 -115 -11,00%
Haute-Loire 1,34 1,68 1224 1107 -117 -10,00%
Tarn 1,55 1,84 826 757 -69 -8,00%
Lozère 1,48 1,76 605 565 -40 -7,00%
Landes 1,16 1,2 2293 2189 -104 -5,00%

Per
questi 5 dipartimenti l’ICA 2017/18 
cresce i maniera significativa in rapporto all’Ica 2016/17, mentre il
numero di beccacce levate diminuisce!

Diparatimenti  ICA
16/17
ICA
17/18
Levate
16/17
Levate  17/18 Scarto
en nombre
Scarto
en%
Drome 1,27 1,23 2060 1416 -644 -31%
Corrèze 1,58 1,58 1927 1497 -430 -22%
Dordogne 1,53 1,51 2380 1959 -421 -18%

Per
questi tre dipartimenti l’ICA 2017/18 è identica a quelle della stagione
precedente, mentre il numero di beccacce alzate diminuisce nettamente
.   

Dipartimento  ICA
16/17
ICA
17/18
Levate
16/17
Levate
17/18
Scarto
en nombre
Scarto
en%
Lot 2,01 1,81 2330 1610 -720 -31%

 Per il Lot    l’ICA 207/18 ha un piccolo abbassamento in
rapporto della forte diminuzione del numero di beccacce levate

Regioni
e dipartimenti
ICA
16/17
ICA
17/18
Levate
16/17
Levate
17/18
Scarto
en nombre
Scarto
en%
Bretagne 3,7 3,83 9183 7516 -1667 -18%
             
Côtes
d’Armor
4 4,38 2737 2394 -343 -13%
Finistère 4,64 4,67 3448 2584 -864 -25%
Ille
et Vilaine
2,99 2,95 589 454 -135 -23%
Morbihan 2,81 2,96 2409 2084 -325 -13%

Per la
Bretagna, regione emblematica della Beccaccia, le anomalie sono impressionanti.
Aumento di tutti gli ICA 2017/18 in rapporto a quelli 2016/17, ma forte
diminuzione del numero di beccacce alzate in tutti i dipartimenti Bretoni.

Motivi di critica
dell’ICA del CNB. Ha reso un servizio all’epoca in cui non avevamo nulla! Ma
bisogna costatare oggi che non riflette più il livello di presenze degli
effettivi di Beccacce in Francia, così come le fluttuazioni inter-stagionali.
Più preoccupante il fatto che i suoi valori possono trarre in errore circa lo
stato reale degli effettivi se non prendiamo precauzioni nella loro lettura e
nella conseguente utilizzazione.

Tutti i cacciatori di beccacce comprenderanno che, con tali anomalie,è
per lo meno  un azzardo annunciare
perentoriamente che la Beccaccia è in buona salute con effettivi stabili e che
non è il caso di preoccuparsi 

A questa constatazione sugli ICA si aggiungono analoghe constatazione
sugli altri indicatori. IAN (indice di abbondanza notturna)AGE-RATIO, Massa
Ponderale; senza dimenticare l’ultimo decennio….

In Francia in 15 anni
i prelievi sono passati da 1.160.000 a 736.000 (meno 430.000), cioè 37% di
diminuzione.

-Nel Regno Unito en 10
anni la diminuzione degli effettivi constatata del 29%

-In Russia dopo poco,
riduzione del periodo di caccia alla croule da 16 a 10 giorni

-In Italia a seguito
di un abassamento delle presenze, la caccia alla beccaccia in alcune
(parecchie)regioni chiude al 31 dicembre

E per terminare:

Regioni ICA      16/17 ICA      17/18 Levate
16/17
Levate

17/18

Scarto
en nombre
Scarto
en %
PACA 1,41 0,41 4883 863 -4020 -82,00%

Caduta degli
effettivi nel Sud-Est e nel Sud, che tocca tutti i Dipartimenti PACA e una
parte di Languedoc – Roussillon, con Age-ratio al di sotto del 20% di
giovani :

*Fonti. Chiffres
Bécanotes du Club National des Bécassiers.

                 Valutazione dei prelievi da
parte dell’Oncfs.

Philippe Vignac               luglio 2018

Spiegazione e precisazioni ulteriori di Vignac a me,
per mia esplicita richiesta, sulla differenza dei valori ICA e i numeri di
beccacce alzate ogni stagione
(Silvio
Spanò)

Per avere un valore
affidabile dell’ICA che rifletta la realtà dello stato della beccaccia occorre
seguire un protocollo serio, cioè scientifico.

-Ogni stagione le uscite
devono esser ben distribuite nel periodo di caccia.

-Essere di un numero di ore
pressochè identico

-un conteggio del numero di
becc levate coerente, cioè non tener conto più volte di beccacce svernanti
(contano una, anche se trovata più volte), esempio: una beccaccia della tua
zona che non riesci a prendere, ma che vedi 10 volte nel corso della stagione,
tu devi contarla 1, NON 10! Come fanno molti cacciatori, cosa che aumenta l’ICA
artificiosamente

-Bisogna contare tutte le
ore di caccia, comprese quelle «zero» in cui non trovi nulla!

-Ma ciò che alza ancora
l’affidabilità dell’ICA è il comportamento di cacciatori.

-Per prima cosa essi escono
sempre più dietro a informazioni: se ci sono beccacce  fanno salire l’Ica. Altrimenti non cacciano e
la loro ICA non si abbassa .

-E’ quello che è successo in
Francia in questa stagione 17/18: dove essendoci meno uccelli sono state fatte
meno ore di caccia e l’ICA che sarebbe dovuta diminuire a parità di numero
d’ore di caccia, si abbassa molto meno.

Per questo l’ICA del CNB non
riflette la realtà 2017/18-
Vignac per essere credibile
utilizza un protocollo scientifico sempre identico, con risultato molto
realistico.

Trofeo Paolo Ciceri 2018

Locandina e programma del trofeo “PAOLO CICERI 2018” 

rogramma ciceri 2018

SE NE SONO INVENTATA UN’ALTRA! PER SALVARE L’ORSO?

Associazione Italiana per la Wilderness (AIW)

Riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente con Decreto 28.12.2004 e confermata con Decreto 18.1.2018

Documento per la Stampa e/o la diffusione

 SE NE SONO INVENTATA UN’ALTRA! PER SALVARE L’ORSO?

 Pur di non seminare mais, riportare pecore sui pascoli, ridurre il numero di cervi e cinghiali e controllare il turismo

Read More

AGGIORNAMENTI, SPULCIANDO NOTIZIE INTERESSANTI di Silvio Spanò

Sono  circa 5 mesi che mi riprometto di  raccogliere notizie se non utili, almeno interessanti, sull’andamento di parametri relativi alla beccaccia in diversi Paesi, soprattutto perché i dati sulla passata stagione tardavano ad essere pubblicati. Partendo dall’esauriente riferimento alla sintesi dei dati francesi raccolti dal CNB allegata a “la Mordorée” di luglio 2018, cercherò ora di farlo .

Read More

RAZIONALISMO E BAROCCO IN CINOFILIA… D.ssa Maria Stella Porcu

Comprendo benissimo che il titolo anticipi argomenti piuttosto insoliti e ne sono consapevole… Ma cercherò di spiegare in maniera semplice perché sono arrivata a questi due termini in antitesi su altri campi, ben lontani dalla cinofilia.

Read More

SCEGLIERE IL CUCCIOLO DI RAZZA: ISTRUZIONI PER L’USO di Maria Stella Porcu

Astro della Geminiola di Mirco Peli

Esistono diversi approcci alla scelta di un nostro “compagno cane”: In questo caso prenderemo in esame soltanto le tipologie di aspiranti compagni umani del cane di razza.

Quando si cerca il cane di una determinata razza sono diversi i fattori che influenzano la scelta. Ci concentriamo su due in particolare: 1. Il prezzo (lo pongo come primo perché è quello che discrimina la maggior parte (purtroppo, aggiungo io); 2. Il tipo di razza ed il relativo “uso”. Nel caso del cane da ferma è evidente il riferimento all’attività venatoria.

Read More

ASSEMBLEA STRAORDINARIA DELLA S.I.S.


ASSEMBLEA STRAORDINARIA DELLA S.I.S. l’Assemblea Straordinaria dei soci SIS è convocata in Marzabotto (BO) presso il Centro Sportivo Piccolo Paradiso – via Sirano 7 – alle ore 11.30 di sabato 8 settembre 2018 per deliberare in merito alle modifiche statutarie. La convocazione ufficiale è già stata inviata a tutti i soci e comunque è pubblicata sul sito www.societaitalianasetters.org .

Read More

L’ORSO HA FAME: GLI TOLGONO IL CIBO!

Siamo quasi alle comiche finali; sebbene sia sempre più una tragedia. L’Orso marsicano ha fame ed ha preso d’assalto quasi tutti i paesi della cintura attorno al Parco Nazionale, e le autorità e gli “esperti” del Parco che fanno? Lanciano una campagna, appoggiata anche dal WWF e dall’associazione Salviamo l’Orso (benemerita a momenti alterni), per fare letteralmente terra bruciata attorno ai paesi, nel senso di eliminare tutte le risorse trofiche fruttifere che gli orsi vanno a cercarvi (in realtà, gli orsi vanno piuttosto alla ricerca di galline e conigli)!

Read More

CACCIATORI DI DINOSAURI di Silvio Umberto Intiso tratto dal Club Scandinavia

Bracco Italiano di Silvio Intiso

Enormi cumuli di nuvole rotolavano minacciosi nel cielo plumbeo a così bassa quota da lacerarsi sfilacciandosi sulle cime aguzze degli abeti.                                 

 Le fortissime raffiche di vento, trascinando turbini di foglie secche e neve, scuotevano paurosamente le gigantesche conifere intorno alla radura e, frustando con violenza inaudita le erbe palustri che la ricoprivano, creavano cosí un’illusione di onde in corsa su di un mare impazzito.

Read More

SUL FIUME PIAVE DI 100 ANNI FA

Designata la seconda Area Wilderness del Veneto!

Il Piave della battaglia

Sono trascorsi 100 anni da che “Il Piave mormorava calmo e placido al passaggio dei primi fanti il 24 maggio…”. E ne sono trascorsi, coincidenza, 24 da quando nella parte alta del suo bacino imbrifero l’allora Azienda Regionale delle Foreste del Veneto (oggi “Veneto Agricoltura”) e poi il Comune di Perarolo di Cadore (Belluno) designarono quella che è considerata la prima Area Wilderness alpina (in realtà, geograficamente parlando, solo la seconda): la Valmontina.

Read More

Page 1 of 91

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén

Welcome!

Alcune foto e articoli presenti su www.setterfoto.com ora cacciatori di montagna e di beccacce sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo all’ amministratore – astroepier@gmail.com – che provvederà prontamente alla rimozione del materiale utilizzato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi