CACCIATORI DI MONTAGNA DI BECCACCE E DI BECCACCINI

Il più felice non è assolutamente chi ammazza di più ne tantomeno chi trova di più e neanche chi ha i cani migliori, il più felice è semplicemente colui che trae il maggior godimento e divertimento nel trascorrere il tempo nel bosco o in montagna dietro la coda del proprio cane inseguendo le prede desiderate…….."magari in solitaria nel più alto rispetto di chi e di cosa lo circonda"

Corso per conduttori cani da ferma in ambiente alpino Anno 2019

Tra i dati necessari ad una corretta gestione faunistico-venatoria dei galliformi di montagna, oltre a quelli che rilevano le densità primaverili di riproduttori, vi sono quelli estivi che rilevano il successo riproduttivo, realizzati con l’ausilio del cane da ferma.

L’obiettivo dei corsi è quello di abilitare alla figura di conduttore di cani da ferma in ambiente alpino, disposto a collaborare nelle attività censuarie dei tetraonidi e della coturnice e a sottoporre il proprio ausiliare ad una esercitazione pratica propedeutica ai censimenti.

Per informazioni più dettagliate sui corsi per l’anno 2019 rivolgersi a:
Dott. Angelo Lasagna cell. 3498432704 mail: lasaang@tiscali.it

Nessuno racconta tante balle quanto il cacciatore a valle- di Mirco Peli-

Foto di Bledar Flaga.

Foto di Bledar Flaga.

La frase è talmente famosa che sarebbe banale pensare si riferisca semplicemente al fatto che il cacciatore esagera sul numero delle prede e sul loro peso.

Il mio schema mentale mi porta spesso a semplificare e a dividere in categorie, cosi faccio pure per i cacciatori che divido in costanti e tiepidi.

Read More

SGC 2018-15 News del 16.12.2018

GARBAGNA NOVARESE – 30 Novembre 2018- Grande successo di Malcottinensis Sisco detto Nash

 Il 30 Novembre a Garbagna si è svolta l’ultima prova a beccaccini dell’anno valida per la “Sgneppa d’Oro”, il più ambito trofeo della cinofilia venatoria dedicato al beccaccino, riservato a tutte le razze da ferma.

Read More

Il fascino della beccaccia di Mirco Peli

Foto di L. Bernède

Definirla Regina del bosco è riduttivo, infatti, la beccaccia è dotata di una straordinaria capacità di adattamento e si adegua agli habitat boschivi più vari.

E’ difficile descrivere un biotopo che rappresenti l’ambiente tipico e prediletto da questa specie: questo uccello, migratore su grandi distanze, è infatti, in grado di modificare radicalmente le proprie abitudini a seconda del luogo in cui si trova, a seconda dell’altitudine, della latitudine, della stagione e altre situazioni quali le soste, lo svernamento, le particolari condizioni atmosferiche che possono a volte spingerlo ad occupare un ambiente preciso, a volte inaspettato.

Read More

Verso l’indifferenziazione nella cinofilia virtuale… di Maria Stella Porcu

Il trend dei gruppi di razza su Facebook va verso la generalizzazione: alcuni gruppi che sono nati dedicati ad una specifica razza si aprono al “diverso”, accogliendo peculiarità e immagini non propriamente “in standard”, oppure, nascono già rivolti ad utenti di diverse “parrocchie” di razza.

Read More

Comunicato Wilderness – AIW Ennesime fake news sul Lupo nelle Alpi

Comunico le seguenti riflessioni, non da “esperto” del Lupo, ma da conoscente dell’animale, specie per la sua situazione appenninica e storica degli ultimi cinquant’anni…

In merito all’articolo sui lupi apparso su La Stampa, cronaca di Savona, del 7 dicembre (ma forse anche in altre testate), con ampie citazioni dell’ “esperto del CAI”, Ivan Borroni, in chiara difesa del lupo tanto dal diffondere fake news (perché tali sono molte delle sue dichiarazioni, compresa l’affermazione che fake news le diffondono altri!), preciso che:

Read More

CRESCERE UN CANE DA BECCACCE di Mirco Peli

Biro di Marco Frattini

Per iniziare scegliete un cucciolo della razza che più vi piace, ma tenendo conto del territorio dove cacciate. Serve porre attenzione alle giuste correnti di sangue e tra queste, scegliete il miglior soggetto che la vostra intuizione riesce a suggerire, ma non senza aver prima escluso soggetti con difetti fisici visibili, tipo eventuali ernie, prognatismo o mancanza di pigmento. Ci si può rivolgere ad un allevamento blasonato; questo, se alleva razze inglesi, spesso seleziona le cucciolate con soggetti che corrono in grande cerca e raramente su beccaccia per cui, potremmo quindi ritrovarci in mano un giovane puledro che potrebbe avere difficoltà a soddisfarci; almeno si consideri il fatto che i cuccioli figli dei cani che corrono la grande cerca, erediteranno questa indole.

Read More

Lettera di Sergei Fokin a Silvio Spanò

Novembre 2018

Caro Silvio, questo autunno abbiamo inanellato 300 beccacce, di cui 80,4% giovani. Ho anche ricevuto dai cacciatori informazioni, raccolto foto di ali delle beccacce sparate. Questa raccolta foto non è ancora terminata, ma vi sono solo 67% giovani. La mio opinione è che il numero delle beccacce sia nel complesso in riduzione. Nella mia area di studio, vicino al mio villaggio, la croule 2010-2018 è risultata circa tre volte meno numerosa ogni sera di quello che era nello stesso luogo a metà anni 1990. La proibizione o riduzione di questa caccia primaverile non sembra avere avuto un impatto significativo su questo fenomeno. In Russia il pascolo bovino, la maggior parte delle zone di pastura notturna delle beccacce in autunno, sta scomparendo catastroficamente: Questa certamente è una tra le molte ragioni.

Sergei Fokin

ADDIO MARSICANO! Tre orsi d’Abruzzo annegati in una vasca

Se ci voleva una prova, eccola. Inutile lanciare proclami di successo per la nascita dei cuccioli d’orso, quando è notorio per la scienza che almeno la metà muore prima di raggiungere la maturità. Era stato bello sapere che almeno due orse quest’anno avevano straordinariamente partorito tre cuccioli.

Read More

PROPOSTE DI MODIFICA DEI KEY CONCEPT di Silvio Spanò

Federcaccia italiana (v.”Il cacciatore italiano” n.5, 2018. p,33) per la Cabina di regia delle Associazioni venatorie – in base ad analisi del suo Ufficio avifauna migratoria- ha proposto per la Beccaccia di considerare l’inizio della migrazione prenuziale/periodo riproduttivo a partire dalla TERZA  decade di FEBBRAIO e non dalla seconda di gennaio come attualmente. E’ noto che a queste nozioni tecnico scientifiche si dovrà fare riferimento prioritario per una regolamentazione  di una caccia che non sia dannosa alla conservazione della specie.

Read More

Page 1 of 93

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén

Welcome!

Alcune foto e articoli presenti su www.setterfoto.com ora cacciatori di montagna e di beccacce sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo all’ amministratore – astroepier@gmail.com – che provvederà prontamente alla rimozione del materiale utilizzato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi