CACCIATORI DI MONTAGNA E DI BECCACCE

Il più felice non è assolutamente chi ammazza di più ne tantomeno chi trova di più e neanche chi ha i cani migliori, il più felice è semplicemente colui che trae il maggior godimento e divertimento nel trascorrere il tempo nel bosco o in montagna dietro la coda del proprio cane inseguendo le prede desiderate…….."magari in solitaria nel più alto rispetto di chi e di cosa lo circonda"

Month: luglio 2011 (Page 1 of 2)

“SULLE ORIGINI DEL CANE DA PUNTA” di M. Cervone D’Urso

Il termine inglese “ to set “ altro non voleva significare all’origine che l’azione dell’ausiliare intesa al reperimento e “ferma” della selvaggina , e “sua fissazione sul terreno”. Non derivava quindi dalla parola “seduto”. E poiché l’azione del Land Spaniel si manifestava con uno stile “couchant”, col passare degli anni il significato originario della parola “setter” fu ampliato in modo da corrispondere anche al suo particolare stile “prez de terre”. Se si continuò ad identificare il “SETTER” col suo nome originario, fu soltanto perché questo indicava bene il suo compito di “cane da ferma”, come accennato in un precedente capitolo. L’azione richiesta al setter continuava infatti a richiedere un avvicinamento silenzioso alla selvaggina grazie ad un’azione guardinga e “prez de terre” svolgentesi sia in fase di cerca che di eventuale guidata ed accostata per concludersi comunque con la “ferma” del selvatico.

Read More

“ALCUNI PIUMAGGI ANOMALI” di Silvio Spanò

Varianti del piumaggio

Varianti del piumaggio

Beccacce tutte bianche o tutte nere. Varie espressione di anomali caratteri recessivi che modificano l’aspetto cromatico del piumaggio della beccaccia.

Disegni e pigmenti delle penne sono geneticamente codificati nelle varie specie. Possono tuttavia verificarsi errori, (“scherzi della natura” li chiamavano i Vecchi Autori) per lo più dovuti a mutazioni a livello diverso, comunque geneticamente recessivi, in modo da modificare l’aspetto cromatico di singoli individui. Queste anomalie hanno sempre destato curiosità nei cacciatori, ma anche negli ornitologi, che le hanno descritte con dovizia di particolari, soprattutto nei due aspetti estremi dell’albinismo (colorazione bianca) e melanismo (nera).

Read More

Orfeo di Crocedomini sulla via della Beccaccia

“FORZA PIER” SIAMO TUTTI CON TE

CANI IN CONDOMINIO: CHI DECIDE?

La seconda sezione della Corte di Cassazione (sentenza 15
febbraio 2011, n. 3705) ha recentemente deciso che per vietare di detenere animali domestici negli edifici condominiali serve il voto unanime da parte di tutti i condomini.

Read More

Il canto del Cedrone

“IL GALLO CEDRONE” tratto dal Manuale del Cacciatore del 1945 (foto Mirco Peli)

Maschio di Gallo Cedrone fotografato  in Selva di Capovalle (Bs). Si tratta di un maschio impazzito per la foga dell’amore, con comportamenti aggressivi anche nei confronti dell’uomo ( in genere tale comportamento è dovuto alla presenza di poche femmine). Foto scattate il 1 aprile 2007 da Mirco Peli.

Per leggere l’articolo clicca sull’immagine

 

Momenti del Setter Day 2011

Riconoscimenti “Campionato Sociale S.I.S. a Beccacce” durante il Setter Day 2011

Riconoscimenti “Campionato Sociale S.I.S. a Beccacce” per i Setter : Emo del Fragim prop. Messina Francesco cond. Impoco Franco, Politium Bruno prop. Carmine Spezzano cond. Macaluso Michele, Perla del Frangio prop. e cond. Ildo Battanello, Politium Brio prop. Palo Giovanni cond. Macaluso Michele e Asso prop. Marco Collini cond. Fabrizio Baloci

“Sintesi dell’Assemblea Federazione delle Associazioni Nazionali dei Beccacciai del Paleartico Occidentale” di Silvio Spano’

Due le giornate focali dell’Assemblea FANPBO il 24 e il 25 giugno:

La prima con le comunicazioni scientifiche di interesse generale, seguite da una tavola rotonda sulla cinofilia;

La seconda con l’assemblea generale vera e propria che tra l’altro prevedeva il rinnovo delle cariche sociali nel Bureau.

Read More

RISTAMPA LIMITATA “CACCIA IN PUGLIA E LUCANIA. COME-QUANDO-DOVE SI PUO’ FARE CARNIERE” di Giuseppe Colacicco

 

Copertina

Ristampa anastatica del raro libro “Caccia in Puglia e Lucania. Come – quando – dove si può fare carniere” di Giuseppe Colacicco, pubblicato a Foggia nel 1959, volume di 215 pagine, con numerose storiche foto in bianco e nero e tre tavole a colori, sulle rotte di migrazioni della beccaccia. L’opera è stata riprodotta su carta d’epoca, in tiratura limitata e numerata. Il libro esalta e descrive suggestivi momenti di vita e di storia di queste due straordinarie realtà geografiche, da sempre sotto il profilo venatorio uniche nonché motivo di attrazione per i cacciatori italiani e non.

L’opera può essere richiesta alla segreteria del Civico Museo di Storia Naturale di Jesolo Tel: 0421/382248

E-mail: museojesolo@libero.it

RISTAMPA LIMITATA “MUSODURO, MEMORIE DI UN BRACCONIERE” di Luigi Ugolini

Copertina

“Musoduro, memorie di un bracconiere” di Luigi Ugolini, è il frutto di un lungo e paziente lavoro di restauro di un film realizzato nel 1953 con la collaborazione della casa cinematografica Cecchi Gori. Il film in bianco e nero dura circa 140 minuti, mostra gli aspetti più veri e selvaggi della maremma toscana, quella ormai irrimediabilmente scomparsa, esalta personaggi e scene di caccia e di vita estremamente suggestive. Si parla di n parroco cacciatore appassionato di caccia col paretaio, cacciatori di mestiere che lottano per la sopravvivenza, un veterinario seguace di Diana che si batte con energia affinché possa emergere giustizia e verità. Il film merita di essere visto anche da un pubblico non adulto perché fa primeggiare nella sua trama i valori della vita, della verità e della giustizia.

L’opera può essere richiesta alla segreteria del Civico Museo di Storia Naturale di Jesolo.

Tel: 0421/382248

 

E-mail: museojesolo@libero.it

 

Page 1 of 2

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi