CACCIATORI DI MONTAGNA E DI BECCACCE

Il più felice non è assolutamente chi ammazza di più ne tantomeno chi trova di più e neanche chi ha i cani migliori, il più felice è semplicemente colui che trae il maggior godimento e divertimento nel trascorrere il tempo nel bosco o in montagna dietro la coda del proprio cane inseguendo le prede desiderate…….."magari in solitaria nel più alto rispetto di chi e di cosa lo circonda"

Month: marzo 2013 (Page 1 of 2)

Convegno “Trofeo Saladini Pilastri e Trofeo Gramignani” Idee a Confronto

Appello per un appoggio all’AIW in sostegno degli interessi venatori nell’ambito degli ATC

Murialdo, 5 Marzo 2013

Spett.li ASSOCIAZIONI VENATORIE FEDERCACCIA (ACMA, UNCZA), ANUU, ARCICACCIA, CONFAVI, ENALCACCIA, ITALCACCIA, LIBERA CACCIA, URCA, ENTE PRODUTTORI SELVAGGINA SAFARI CLUB INTERNATIONAL, CNCN ORGANIZZAZIONI MINORI

La scrivente Associazione ambientalista con stretto interesse verso la conservazione della natura e dei territori selvaggi, non ha mai contrastato la caccia e chi la pratica, cercando sempre una collaborazione per difendere insieme i valori della Natura selvaggia (senza contare i molteplici interventi che l’AIW ha spesso intrapreso in difesa della vostra categoria). Ora l’AIW ritiene di farvi sapere che la propria attività associativa potrebbe essere ulteriormente rafforzata qualora un numero consistente di cacciatori più sensibili alla difesa dell’ambiente e della fauna, anche non strettamente per finalità venatorie, vi aderissero.

Read More

CONVEGNO CONGIUNTO CLUB DELLA BECCACCIA – BECCACCIAI D’ITALIA

“Marzo” di Alfredo Tognocchi

"Oche selvatiche" di Giusy Rampini

“Oche selvatiche” di Giusy Rampini

Vol di marziaiole in un aria di libeccio;son tante.
In quel vol ritrovo un picchio, come vita d’un uomo; or lo vedo, addosso a un pino il solito pino, amico silvestre.
Subito lo zirlo d’un merlo, accovacciato sul pioppo sferciato corona musicale del volo d’un beccaccino.
Saettante si butta come un ombra tra righe di nebbia.

Read More

“L’Arte nella Caccia” – Giusy Rampini

Nasce a Gardone V.T. (BS) nel maggio del 1973 e fin da bambina dimostra una grande passione per la pittura, prediligendo la raffigurazione degli animali.
Per sviluppare le sue capacità artistiche segue dapprima l’Istituto d’Arte e successivamente altre scuole di indirizzo artistico. Successivamente diventa allieva del pittore Adriano Grasso Caprioli, con il quale approfondisce le varie tecniche. Nel 2002 frequenta la squola di incisione il Bisonte di Firenze.

Autoritratto

Autoritratto

Nella vita di bottega acquista la conoscenza della tecnica ad olio, della tempera, acquarello, pastelli ed acrilico. Ancora giovane si avvicina al mondo della caccia, sia praticandola ma soprattutto cercando di catturare le emozioni che prova nella solitudine dei boschi e dei pascoli d’alta quota.

Della caccia riesce a cogliere i momenti più intimi di un evento, sia esso la ferma di un cane come la morte di un selvatico, con un insieme di sfumature che il suo intuito femminile riesce a percepire.
La sua passione per la cinofilia le ha permesso di specializzarsi nel dipingere i cani da caccia, con un’attenzione particolare alla loro morfologia; non paga di curare i particolari anatomici nelle pose plastiche di tipo classico, riesce ad esaltare ulteriormente nelle immagini in movimento la costruzione del soggetto ritratto, con una sua personalissima interpretazione.

Read More

INTORNO ALLA CONSERVAZIONE DELLA NATURA E ALLA RICERCA DI UNA CACCIA SOSTENIBILE

In vista della prossima Assemblea Generale Fanbpo che si terrà a Dublino il 14, 15, 16 giugno prossimi, il Presidente Jean Paul Boidot ha invitato tutti i membri ad esprimersi relativamente ad una proposta di caccia alla beccaccia proponibile a tutti gli Stati aggregati a Fanbpo.
Silvio Spanò, membro del Comitato Scientifico della suddetta Federazione ha inviato un suo contributo che contiene, a mio parere, proposte di estremo interesse. Ritengo pertanto utile renderlo noto a tutti i nostri iscritti, non fossaltro per mantenerli aggiornati su quanto si muove a livello europeo.
Marco Panzacchi
Vice Presidente FANBPO

“Amore d’inverno” di Alfredo Tognocchi

 

Astro di Mirco Peli

Seduto sul prato infogliato ammirando un sole che ancora è lassù a baciare le creste di neve a baciare i calanchi scosciesi.

 Rimanendo così fra un poggio annoiato da un armonia dicembrina che quasi m’inebria e una selva di noccioli che strapiomba nel vento, guardo la vita, la mia vita.

 Si stacca un ombra da terra, immobile resto; coll’anima in gola e’l petto in fiamme. Imbraccio, non premo  ma ammiro.

Read More

REGOLAMENTO 3° CONCORSO SETTERFOTO “CACCIA FOTOGRAFICA : LA NATURA CON IL CANE DA FERMA”

3° Concorso Setterfoto

3° Concorso Setterfoto

Art. 1 Partecipazione al Concorso : Il concorso è gratuito ed aperto a tutti, è subordinato alla presentazione delle foto che dovrà avvenire dal giorno 13-03-2013 ad entro e non oltre le ore 24:00 del giorno 05-04-2013.

Art. 2 Tema del Concorso : Saranno ammesse al Concorso solo le fotografie inerenti la natura vissuta con il cane da ferma di qualsiasi razza esso sia, sono altresì ammesse foto relative alla selvaggina cacciabile con il cane da ferma e fotografia relative agli ambienti che ospitano la selvaggina ricercata con il cane da ferma. Tutte le fotografie presentate dovranno riportare il nome dell’autore e una didascalia con eventuale nome del cane, o titolo se la fotografia raffigura selvaggina o ambiente.

Read More

“Un setter inglese come standard comanda” di Vincenzo Celano

Sul setter inglese, il cane “più gettonato” da cacciatori e cinofili italiani, molto si è detto e molto si continua a dire. Qualche volta sono libri, più spesso articoli e attualmente anche materiale audiovisivo. Ma il nostro cane accessoriato di frange setacee resta come annotava un grande competente, Enrico Oddo, “razza amata da molti ma non da tutti conosciuta a fondo”. Sono pochi, infatti, anzi pochissimi a mio avviso, anche gli autori che sanno dare vita a testi e a documenti dove tutto quello che deve essere detto viene chiaramente detto, senza ambiguità o secondi fini, e dove un eventuale J’accuse, portato avanti con la giusta intransigenza, ma senza amore di polemica gratuita, possiede già la capacità di porsi come parte costruttiva, cioè propositiva di soluzioni miranti a ottenere un animale in possesso della “voglia” e della “forza” di rappresentare, senza separatezze e divergenze, un setter inglese per caccia e prove.

Help della Trabaltana

Help della Trabaltana

Ma un setter siffatto è mai esistito?

Read More

Foan Patty di Fabrizio Baloci

Fotografie del Trofeo Gramignani a Fiordimonte (Camerino – Mc)

Page 1 of 2

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi