CACCIATORI DI MONTAGNA, DI BECCACCE E BECCACCINI

Il più felice non è assolutamente chi ammazza di più ne tantomeno chi trova di più e neanche chi ha i cani migliori, il più felice è semplicemente colui che trae il maggior godimento e divertimento nel trascorrere il tempo nel bosco o in montagna dietro la coda del proprio cane inseguendo le prede desiderate…….."magari in solitaria nel più alto rispetto di chi e di cosa lo circonda"

Mese: Agosto 2015 Page 3 of 4

Essere Beccaccinisti Uomini e cani Ovvero i pensieri di Roberto Scorta

11212369_10204221947529212_1955914181_nSignifica avere follia insita in se stessi, stravaganza ed assoluta anarchia mentale.

Vivere dentro una onirica dimensione di nebbia fango illusione.

Aborrire la ragione l’equilibrio il raziocinio la saggezza e la normalità.

Aderire ad una confraternita di adoratori dell’assurdo.

Volere tutto accontentarsi di niente per lo più di poco qualche volta… rara.

Read More

INTERVISTA A ROBERTO SCORTA. “ALLEVAMENTO AMATORIALE SETTER ”

11198583_10204221942369083_314003069_n

Quale è stato il motivo che ti ha portato a selezionare ed allevare il Setter ?

La mia passione risale al 1980 quando però era diciamo così più scura visto che fino al 1997 è vissuta per il Setter ma Gordon. In quegli anni però sempre ho avuto modo di incontrare gli Inglesi di cui ho sempre subito il fascino che trasmetteva la loro algida bellezza un connubio speciale di forza ed eleganza assoluto e unico. La classe la distinzione la raffinata maniera il contegno l’eleganza nel esprimerlo così come una distinzione assoluta nel interpretare il proprio istinto mi hanno sempre convinto che al momento in cui fosse arrivata la decisione di avere un’altra razza di cacciatori il Setter Inglese sarebbe stata la mia priorità su tutto. Lasciati i Gordon dai quali ho avuto grandi soddisfazioni oltre che per i campionati di Europa cui fui e furono selezionati i miei cani anche nella caccia. Beccaccini di cui ben sai la mia malattia ma anche starne.

Read More

Intervista a Lino Cannella “Allevamento delle Milizie”

SAM_0342

Quale è stato il motivo che ti ha portato a selezionare ed allevare il Setter ?

Non saprei quale sia stato il vero motivo, tutto è capitato per caso. Ho sempre avuto cani nella mia vita, fin da bambino , già da subito mi piaceva far nascere cuccioli e crescerli. Un giorno di moltissimi anni fa scopri il setter e da quel momento l’amore che ho avuto per loro non è mai passato. Ho allevato con l’unico scopo di riuscire a dare qualcosa di più a livello venatorio e soprattutto di trovare un giusto equilibrio fra il cane bello e nello stesso tempo grande cacciatore. Ho allevato e allevo ancora oggi poche cucciolate in un anno perché e solo facendo poche cucciolate e tenendo d’occhio più possibile i giovani che riesco a dare di più nella selezione zootecnica.

Read More

Immagino se un figlio cacciasse con me…..di Mirco Peli

IMG_4362

Prato grande 2016

Ci sono giorni in cui penso alla caccia. O meglio, tutti i giorni ci penso. Ci sono giorni, magari in un periodo in cui ho meno tempo del solito per uscire con i cani, in cui mi si pianta nella testa una situazione particolare, un ricordo, un momento a cui penso così intensamente tanto da rivederlo, rivederlo e riviverlo fino poi ad arrivare ad immaginare azioni epiche che si vivono solo nei sogni.

Praticamente sogno ad occhi aperti. Forse.

Read More

INTERVISTA A FABRIZIO DE LUCA “ALLEVAMENTO DEL PIZZO LUNGO”

11198875_800364140041007_648856247_n

Quale è stato il motivo che ti ha portato a selezionare ed allevare il Setter ?

Il mio percorso cinofilo inizia nei primi anni 80’ con i Bracchi Italiani, con i quali andavo a caccia ed in prova, erano anni in cui ancora aveva un senso andare a caccia con un continentale italiano e non vedevo di buon occhio gli “inglesi”, non capivo la necessità di avere un cane dalla grande presa di terreno, poi così per caso, arrivò in casa, regalo del mio compagno di caccia e maestro di dressura Paolo Ferrari, una setterina B/N di 6 mesi Sera della Serpentara (sorella del Ch.Tr. Sole della Serpentara) e fù la svolta.

Read More

INTERVISTA A CLAUDIO NENCINI ALLEVAMENTO NENCINI’S

22415_801890656571834_7056572561885098570_n[2]Quale è stato il motivo che ti ha portato a selezionare ed allevare il Setter ?

1) A mio avviso si nasce con la passione (ma occorre anche tanta competenza ed umilta’) ….in questo caso x l’allevamento. Seguo questa strada x sentirmi vivo direi x necessita’ che si esprime nella ricerca di un unico concetto che si chiama Miglioramento zootecnico.

Quali sono i parametri che utilizzi e reputi più importanti nella selezione dei tuoi Setter ?

2) Sono plurifattoriali alla base dei quali vi è il cane cacciatore . La ricerca di un Setter che possa rappresentare tutti non è semplice ma neppure impossibile. La soluzione non si basa sulle iniziative del singolo, ma su una ricerca collettiva di determinati caratteri ( quelli autoctoni della razza ) sostenuta da conoscenze specifiche evitando quello che non è nell’ interesse della razza. Nessuno chiede al Setter di effettuare prestazioni mistiche mettendo in ombra le sue qualità di pratico impiego, ma almeno di mantenere IDENTITA’ di RAZZA.

Read More

Belle giornate spensierate di Mirco Peli

Pier su beccaccia di ripassoDopo i primi di novembre le beccacce diminuiscono in selva, è la mia miglior zona da beccacce per tutto Ottobre, ma pochi sono gli anni in cui gli incontri si mantengono a novembre. Di conseguenza ai primi cappotti nasce l’esigenza di cambiare territorio. Con Mario abbiamo deciso di provare un’uscita al Prato del Noce, dove serve un fuoristrada vero per arrivarci; noi però non l’abbiamo, e dobbiamo mettere in conto un’ora a piedi. Puntiamo proprio sul fatto che essendo un posto scomodo, possa dar rifugio a qualche beccaccia in sosta.

Read More

A caccia con gli Inglesi di Federico Gallo

Federico

Ho notato, che molte persone si accompagnano con cani inglesi, setters e pointers, pretendendo da essi cose che non sono nelle loro corde. I cani inglesi, si ribadisce con forza, sono stati allevati, selezionati e specializzati per fare cerca ampia, veloce, continua e profonda, ardimentosa, sagace, larga e avventurosa. Insomma devono andare a trovare la selvaggina dov’è e non dove la vogliamo noi. Il conduttore si deve dunque adeguare mentalmente e fisicamente al suo passo altrimenti deve cambiare razza di cane e passare ad un soggetto continentale.

Read More

le Vere Grandi Emozioni di Lucio Scaramuzza (Apologia del cane “normale”)

1463697_269806573144141_227188829_n

L’idea di parlare finalmente dei nostri cani “normali” rendendo loro un doveroso ringraziamento la trovo, nei loro confronti un autentico atto di giustizia. Quest’idea nasce da una bella chiacchierata con alcuni amici cacciatori bergamaschi che ho avuto il piacere di conoscere a seguito di un invito di Piero Regazzoni. La discussione verteva sul fatto appunto che si tende sempre a parlare di grandi cani come se fossero cani alla portata di tutti, trascurando di parlare dei nostri cani che nella maggioranza dei casi sono cani “normali”, ma non per questo meno importanti ed emozionanti. Chi di noi da quando abbiamo l’uso della ragione, cioè da quando capiamo qualche cosa di cani, non ha avuto il desiderio di avere il grande cane? Molte volte lo si rincorre per tutta la vita, ma pochi di noi hanno avuto il piacere di possedere una così importante “opera d’arte”.

Read More

IL BOTTONE ROSSODa il Giornale della Beccaccia www.continentalidaferma racconto autobiografico di Giovanni Pellegrino.

11f3348a940e2ffdb2c50b47efdc3b64Ricordi lontani di una appassionata caccia alle beccacce in Grecia.

Il greco aveva appena finito di dirmi che quello non poteva essere un buon posto da beccacce, che il primo sparo rimbombò nel bosco e lo riempì di echi rimbalzando sui tronchi alti dei cerri e i fianchi delle colline. Il greco soffriva di stomaco ed appena sceso dall’auto si era liberato di una schiuma biancastra, come fino a quel momento avevo visto fare molte volte ai cani e mai ad un uomo.

Read More

Page 3 of 4

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén

Welcome!

Alcune foto e articoli presenti su www.setterfoto.com ora cacciatori di montagna e di beccacce sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo all’ amministratore – astroepier@gmail.com – che provvederà prontamente alla rimozione del materiale utilizzato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi