CACCIATORI DI MONTAGNA DI BECCACCE E DI BECCACCINI

Il più felice non è assolutamente chi ammazza di più ne tantomeno chi trova di più e neanche chi ha i cani migliori, il più felice è semplicemente colui che trae il maggior godimento e divertimento nel trascorrere il tempo nel bosco o in montagna dietro la coda del proprio cane inseguendo le prede desiderate…….."magari in solitaria nel più alto rispetto di chi e di cosa lo circonda"

Mese: Novembre 2016 Page 2 of 4

Un amico che non c’é più CARLO STORTI un grandissimo cacciatore di coturnici…..forse il più grande che io abbia conosciuto di Lucio Scaramuzza

15128774_581449478646514_1608415508_nEra stato ceduto ad un’azienda di Battipaglia il know how per la costruzione di alcuni prodotti e dovendo scambiarci molto spesso comunicazioni sia di carattere tecnico sia di carattere commerciale ebbi modo di conoscere Carlo.

Mi resi subito conto che il mio interlocutore era una persona preparata e intelligente, infatti le notizie che ci scambiavamo pur essendo concise e senza troppi fronzoli, erano comunque sempre sufficienti a capirci perfettamente.

La svolta però che mi permise di conoscerlo meglio fu in occasione di una visita che feci allo stabilimento di produzione. Carlo mi stava mostrando i vari pezzi prodotti, illustrandomi pregi e difetti, quando passando ai margini del grande piazzale, sentii alcuni cani abbaiare, non alla maniera dei cani da guardia, ma come per richiamare l’attenzione su di sé.

Read More

Quante ne ho viste nella mia vita da cacciatore! Le “nuove” beccacce impossibili. Di Giorgio Lugaresi

12742615_171978576515870_2131503683727752239_n

Giorgio e Anita

Quando sono d’entrata le beccacce, normalmente, sono poco pedinatrici, preferiscono puntare sul mimetismo per disorientare l’eventuale predatore. Loro non sanno ad esempio che un cane da ferma, proprio perché è stato selezionato anche per quel compito (trovare la selvaggina e fermarla), non fa altro che aspettare il proprietario che, col fucile, lo possa servire. La beccaccia in questi casi punta lì in quel suo rifugio che ritiene sicuro e, con l’immobilismo, si augura di eludere il cane che è spesso ad una distanza tale che se si azzardasse a tentare di prenderla, Lei se ne andrebbe senza tante difficoltà. Infatti, sono rarissimi i casi in cui un cane da ferma riesce a prendere una beccaccia non ferita con i denti.

Read More

Campionato Europeo a beccacce Pointer & Setter 19/20 Novembre 2016 (Trykala) Grecia

15135606_10205930887949820_1616031506_n-png

Concluso il campionato Europeo Setter & Pointer su beccacce in Grecia per i setter maschi viene proclamato campione:

 Ghibli conduttore Fabrizio Baloci

                                        Ghibli

 
 
 
 
 
 
 
 
Vice campione maschi Mars-od-sljuka-travel conduttore Umberto D’Alessandris

              Mars-od-sljuka-travel

 
 
 
 
 

Read More

IO NON VADO A CACCIA PERCHE’ QUALCUNO MI DICA CHE SONO BRAVO….di Lucio Scaramuzza

 823408_269979236460208_1947004198_oIo vado a caccia perché ho una grande passione che mi brucia dentro………. e so trarre dai luoghi che frequento, dai selvatici che caccio e soprattutto dai miei cani, tutta la felicita di cui ho bisogno e non ho quindi alcuna necessità di condividere con degli sconosciuti questa mia felicità.

Io vado a caccia perché la caccia, mi fa star bene, mi libera la mente, mi regala un grande senso di libertà, che apprezzo ancor di più quando caccio da solo… ma la mia libertà non é anarchia e quindi la mia “libertà” mi impedisce “d’offendere” gli animali che sto cacciando.

Da quando non ho più bisogno del plauso degli altri, la caccia e diventata per me molto, molto più bella, rilassante, appagante ……

La sera torno sempre felice

Read More

I surfisti delle cime di Luca Zaninoni surfisti ed eroi al Saldini Pilastri

surfer-saladin710

L’altra mattina sono arrivato al ritrovo della tappa del Saladini Pilastri sulle Alpi Comasche: mi sono trovato in mezzo al gotha dei conduttori delle prove di montagna, una cerchia ristretta di specialisti delle rampe, monomaniaci della cotorna o del forcello, atleti capaci di scatti in salita impensabili per noi semplici testimoni della prova.

Le facce sono quasi cotte dal sole, i sorrisi grandi e schietti, spesso barbe e capelli lunghi…

Ma sono nel comasco o sulle spiagge della California nei magici anni ’60?

Read More

Il lavoro dei cani da ferma in montagna Inglesi e continentali a bianche con l’ausilio del GPS. A cura di Angelo Lasagna

L’autore in attesa di un turno del Saladini con le due sorelle Luna (Luce) e Lilli del team Ligusticus. all. Marcello Villa.

Introduzione

Il lavoro svolto dai cani da ferma in montagna, durante i censimenti estivi, risulta fondamentale per valutare il successo riproduttivo delle popolazioni e formulare correttamente i piani di prelievo. Le doti venatorie, la docilità e l’addestrabilità, li hanno portati nel corso dei secoli ad una simbiosi con l’uomo che, grazie alla poliedricità attitudinale, può scegliere la razza più adatta in base al tipo di ambiente e di lavoro richiesti: inglese o continentale. I cani da ferma continentali sono stati selezionati in Europa. A loro viene richiesta un’azione di cerca attenta, in terreni di irregolare configurazione, caratterizzati da vegetazione a volte fitta. I cani da ferma Inglesi invece sono stati selezionati in Gran Bretagna ed in Irlanda, creati per la caccia sportiva con prestazioni di minor durata ma con iniziativa vasta e veloce. Tali razze furono inizialmente concepite per cacciare starne e pernici in ampi terreni aperti, privilegiando l’azione di cerca in coppia.

Read More

IL FANTASMA DELLE SVERNANTI di Mario Di Pinto

Jack e Bull di Matteo Tebaldini

La pressione venatoria sulle beccacce per il crescente numero di coloro che si dedicano a questa selvaggina. Le astute difese delle svernanti mettono a dura prova le capacità di cani e cacciatori.

Italia, patria di santi, poeti, navigatori e – da un paio di decenni – di beccacciai, cioè di cacciatori (o sedicenti tali) ossessivamente dediti alla nobile rusticula, che si moltiplicano anno dopo anno gli uni ai danni dell’altra.

E come i fenomeni di massa, anche la caccia alla beccaccia ha creato un mercato parallelo velleitariamente specialistico di fucili, cartucce, abbigliamento, beeper ed indicibili diavolerie … per non parlar di cani la cui appartenenza a linee di sangue allo scopo selezionate vien vantata a destra e a manca, reclamizzando la disponibilità di cuccioli di sicura riuscita.

Read More

Êl zinco e le Rejno (lo zingaro e le regine) di Mario Salomone

                Foto di Mario Salomone

Mentre la caffettiera borbotta tutto il suo aroma in sottofondo, sento che Giove pluvio sta dando il meglio di se ma, imperterrito e ostinato, carico i setter e si parte. Quando la strada comincia a inerpicarsi su per il monte, il colore ai bordi della carrareccia cambia da un lucente scuro al bianco immacolato della neve.  Arrivo a destinazione, in un piccolo slargo della carrareccia e appena spento il motore, distinguo i goccioloni che cadendo  dagli alberi creano un armonioso picchiettare.

Read More

QUAGLIE E COTURNICI PER SALVARE LE STARNE di Mario Di Pinto

Foto di Mario Salomone

Una trasferta in Macedonia dove si può cacciare magnificamente nel rispetto della selvaggina a beneficio della passione cinofila

Le cattive notizie sulla nidificazione provenienti dal Grande Nord ci hanno sconsigliato l’annuale viaggio in quei bellissimi territori. Parlandone con il mio amico Cecchetti, titolare dell’ADICA CACCIA,  abbiamo allora deciso di dirottare la trasferta verso la Macedonia dove lui gestisce bellissime zone ricche di starne, di quaglie e – in montagna – di magnifiche coturnici: il progetto è di gestire una zona in cui limitare l’abbattimento delle starne, facendo assumere a quel tipo di prelievo solo il ruolo di premio per qualche cane giovane che lo meritasse; del resto per chi ha voglia di sparare ci sono numerose quaglie… e per chi ha gambe buone e voglia di arrampicarsi in montagna non mancano gli incontri con magnifiche coturnici.

Read More

Setter Gordon Club- Società Italiana Setters SGC – 2016-15 Medicina 10.11.2016

AI SOCI DEL SETTER GORDON CLUB

Snipe International Challange, Jolanda di Savoia 4-5-6 Novembre 2016

Il 5 novembre a Jolanda di Savoia nell’ambito dello Snipe International Challange, prove internazionali su beccaccini organizzate dalla delegazione SIS di Ferrara/Rovigo e dal Gruppo Cinofilo Ferrarese, si è svolta una prova speciale gordon con Cac Cacit. Il nostro Club aveva a suo tempo deciso di inserire nel calendario tale prova non solo per il suo indiscutibile valore tecnico, ma anche per motivi promozionali visto il buon seguito che la razza ha da tempo tra i beccaccinisti .

E’ stata una bella giornata di cinofilia venatoria , ottimi i terreni e tanti i beccaccini. La prova è stata giudicata dal sig. Giuseppe Grasso, giudice di grande capacità e esperienza, ed ha visto la partecipazione di ben dieci gordon i quali hanno destato l’interesse anche dei tanti cinofili non gordonisti presenti a Jolanda. Ricordiamo che per quanto riguarda le razze inglesi, quella organizzata dal nostro Club è la prima prova speciale di razza su beccaccini che si corre in Italia.

Read More

Page 2 of 4

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén

Welcome!

Alcune foto e articoli presenti su www.setterfoto.com ora cacciatori di montagna e di beccacce sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo all’ amministratore – astroepier@gmail.com – che provvederà prontamente alla rimozione del materiale utilizzato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi