CACCIATORI DI MONTAGNA E DI BECCACCE

Il più felice non è assolutamente chi ammazza di più ne tantomeno chi trova di più e neanche chi ha i cani migliori, il più felice è semplicemente colui che trae il maggior godimento e divertimento nel trascorrere il tempo nel bosco o in montagna dietro la coda del proprio cane inseguendo le prede desiderate…….."magari in solitaria nel più alto rispetto di chi e di cosa lo circonda"

Month: settembre 2017 (Page 1 of 4)

Grandi Carnivori e Zootecnia tra conflitto e coesistenza. Direttore responsabile: Silvano Toso

22140294_10210132437852110_1622977100_oRecentemente ho accompagnato un amico americano, appassionato osservatore della natura e della fauna, a visitare un tratto del basso Appennino bolognese. Nel corso dell’escursione gli dissi che in quell’area si era insediata da alcuni anni una famiglia di lupi e che nel territorio della provincia vivevano almeno quattro branchi di questa specie.

La sua reazione fu di grande stupore e quasi d’incredulità; non riusciva convincersi che un ambiente così segnato dalla presenza millenaria dell’uomo, ancora in buona misura coltivato, con insediamenti abitativi diffusi, una fitta rete stradale e distante pochi chilometri da una città di oltre quattrocentomila abitanti potesse ospitare un grande predatore che, nel suo immaginario e nella sua esperienza personale, associava a vastissimi spazi naturali assai poco o per nulla alterati, in una parola al concetto di “wilderness”.

Read More

«Vado a caccia perché ho l’istinto predatorio»

Luca Vetterli a sin.a colloquio con Vasco Gamboni foto pro natura Ticino Andrea Persico

Luca Vetterli a sin. a colloquio con Vasco Gamboni -foto pro natura Ticino/Andrea Persico-

Quest’intervista “tratta da pro natura Ticino n° 9 agosto 2006”  intende sondare il rapporto tra caccia e protezione della natura dalla viva voce di un cacciatore vicino ai due mondi, peraltro membro di lunga data di Pro Natura.

Domanda di Luca Vetterli: Vasco, tu sei cacciatore, amante della natura, promotore di un parco nazionale, docente di storia: vorrei che introducessi i nostri lettori agli aspetti nascosti e più misteriosi della caccia che generalmente sfuggono al grande pubblico. Una domanda personale per cominciare: ti è già capitato d’aver paura d’un animale?

Risposta di Vasco Gamboni: … timore sì, delle vipere, finché non le vedo, ma non paura… e certamente non per gli aspetti ancestrali del serpente del paradiso terrestre.

Read More

Campionato Europeo 2017 Pointer su Beccacce

22117965_10210125457437604_1801273842_o

Per il programma clicca C. Europeo Pointer Dicembre 2017

Coturnici Orobiche di Vanni Mantegari

22069020_10210107077459715_1932517210_o

Foto di Angelo Lasagna

Il loro mondo e là in cima, dove la solitudine trama con il silenzio incantate vastità di sogno e la roccia è un tormento che duramente contrasta le bizzarre vicende del cielo.

Read More

Capacità olfattive del cane

IMG_4448

 Che il cane possieda grandi capacità olfattive infinitamente superiori a quelle dell’uomo è universalmente risaputo, anche da coloro che non ne hanno mai posseduto uno. Per essere esemplificativo, vi dirò che il nostro amico ha la capacità di individuare due singoli granelli di una determinata sostanza in un’area più grande di uno stadio di calcio: può sembrare incredibile ma è così! Un cane senza olfatto sarebbe come un uomo privo della vista, anzi peggio, in quanto la funzione olfattiva è per lui il senso principale e prevalente su tutti gli altri. 

Read More

Pensieri su caccia e cinofilia di GianGaetano Delaini

lasagna3

Dott. Angelo Lasagna

Probabilmente se dovessimo esprimere le nostre idee sul ”cane e da beccacce” ideale avremmo pareri diversi influenzati da quel particolare cane che abbiamo avuti in un determinato periodo, dalle zone che abitualmente frequentiamo, dal nostro passato cinofilo, dal nostro modo di intendere il connubio cane-cacciatore, da come viviamo la caccia…Anche il fine ultimo della giornata venatoria è cambiato nel tempo. Siamo cresciuti attorniati da foto di nonni, padri, famosi cacciatori, che mettevano in bella mostra importanti carnieri, cartucciere doppie, cani grossolani nei lineamenti che facevano più da contorno che da primi attori.

Read More

Ha seguito l’accordo ENCI ISPRA per l’utilizzo dei cani nei censimenti faunistici delle aree protette

22069097_10210111768655393_1554608958_oNel novero delle azioni di monitoraggio e gestione della specie Beccaccia (Scolopax rusticola), l’utilizzo del cane da ferma rappresenta, strategicamente, uno strumento estremamente efficace per la raccolta e successiva elaborazione scientifica dei dati di monitoraggio. Il presente regolamento si prefigge lo scopo di evidenziare i requisiti che i cani debbono esibire, affinchè possano essere utilizzati in azioni di monitoraggio, non solo della specie beccaccia, ma anche di altra selvaggina di piuma, sia migratoria che stanziale.

Regolamento per il conseguimento del brevetto per “cane abilitato al monitoraggio della beccaccia e di altra selvaggina di piuma migratoria e stanziale”.  Regolamento Beccaccia

Regolamento per l’assegnazione del brevetto per cane selettivo su cinghiale, lepre, volpe, limiere e cane da recupero ungulati feriti.    Regolamento Seguita                              ENCI_Brevetti_Modulo Iscrizione

volantino limiere 2017                         brevetto cane monitoratore beccaccia enci

Accordi-ENCI-ISPRA437   26/o1/17

Vincitori Saladini Pilastri e Trofeo Enci di Montagna 2017

hollywood

Hollywood dei Predatori Marsicani

Giunge oggi la comunicazione ufficiale dei vincitori del Trofeo Enci Saladini Pilastri e del Trofeo Enci Di Montagna 2017.

Vince Hollywood dei Predatori Marsicani  di  G. Esposito condotto da Umberto D’Alessandris il Trofeo Saladini Pilastri.

Vince Hollywood dei Predatori Marsicani  di  G. Esposito condotto da Umberto D’Alessandris il Trofeo Enci Di Montagna.

Vince tutte e due i trofei Holliywood seppure a parità di punti  perché è il soggetto più giovane.

penta

Dendaberry  Penta

Dendaberry  Penta Proprietario e conduttore J.M.Flores vince come migliore femmina del Trofeo Saladini Pilastri.

L’affisso Dendaberry il trofeo allevamento.

LA REALTA’ VIRTUALE E’ REALE? di -Dott.Maria Stella Porcu-

21985631_10210095150039938_1614557994_o

Leggo spesso che i Social Network non rispecchiano la realtà: in cinofilia, ad esempio, si discute spesso di questo. Le frasi più ricorrenti sono: “sulla tastiera si è tutti leoni”, “in foto sono tutti campioni” e via così.

I Social Network, specie per la cinofilia sono uno strumento potente, ci forniscono una quantità di informazioni e dettagli che diversamente sarebbe molto difficile reperire.

Read More

2 involo dal mare-r[3020]

COPPIOLA (FOTOGRAFICA) INCREDIBILE: beccaccia brevirostra che si posa sul mare e ne riparte: bravo Simon Rix! Silvio Spanò

1-posata sul mare[3019]

1-posata sul mare-

A inizio gennaio 2017 Mirco Peli, col suo solito entusiasmo e spirito di indagine, mi ha mandato una serie di files (testi e foto) relativi ad una  notevole notizia/curiosità riguardo la beccaccia: un bird-watcher  mostra sul web una beccaccia che si posa sul mare e quindi ne riparte agevolmente…in più si tratta, dall’esame delle immagini collegate, di una beccaccia “brevirostra”! Non mi risultava fosse mai stata fotografato in natura un soggetto adulto con detta anomalia (becco corto circa la metà della norma)…tanto più con tale predisposizione “acquatica”!     

Read More

Page 1 of 4

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi