CACCIATORI DI MONTAGNA E DI BECCACCE

Il più felice non è assolutamente chi ammazza di più ne tantomeno chi trova di più e neanche chi ha i cani migliori, il più felice è semplicemente colui che trae il maggior godimento e divertimento nel trascorrere il tempo nel bosco o in montagna dietro la coda del proprio cane inseguendo le prede desiderate…….."magari in solitaria nel più alto rispetto di chi e di cosa lo circonda"

Mese: gennaio 2018 (Page 1 of 4)

IL BUON SENSO FA CAPOLINO……. Silvio Spanò

 17757170_1873798079505113_7477711616575909246_nPrendo spunto da due articoli comparsi sui media del CNB francese e che fanno un quadro piuttosto di buon senso , anche se altro speravamo di vedere, al posto della perenne minimizzazione della preoccupazione. Ci riferiamo ancora a scritti francesi perché hanno strutture, e personale preparato e collaborativo, ovviamente collegato al grosso interesse nazionale (e anche politico quindi) della caccia alla beccaccia. Inoltre molti dati sono geograficamente comparabili o comunque degni di attenzione parallela. Appena disponibili le notizie relative vorremmo allargare il panorama a tutta la paleartica occidentale…ma sarà difficoltoso….

Read More

Cacciare le starne in Polonia di Vanni Mantegari

Mascia

Foto di Alessio Mascia

 La mia formazione cinovenatoria, mi porterebbe istintivamente a valorizzare nei nostri cani, il loro lavoro, in modo predatoriamente utile, e poi quanto consentito dall’ambiente e dal selvatico, nel realizzarlo in un determinato modo.

La cerca, è la fase più importante del lavoro dei nostri ausiliari, e da sola e capace di evidenziare le caratteristiche di una razza, quanto lo stessa struttura anatomica.

Essa per qualsiasi razza impegnata nella caccia,è essenzialmente predazione; corrisponde a modalità di azioni innate, istintiva, a seconda del carattere e della costruzione di ogni singola razza,e si esprime prima di tutto attraverso l’andatura e il modo con cui i nostri cani affrontano il terreno, e poi, attraverso i movimenti e le sfumature che accompagnano ogni azione.

Predazione nei nostri cani è la ricerca sistematica del selvatico.

Read More

Ceresole d’Alba dall’8 all’11 Marzo 2018 Campionato Europeo Setter Gordon

Foto di Jesùs Balado Casal

Foto di Jesùs Balado Casal

Campionato Europeo Gordon 2018 vf  scheda iscrizioni-engagements-entry forms Italia

Ceresole d’Alba dall’8 all’11 Marzo 2018 e le schede di iscrizione (salvo quella del campionato europeo):

  • Campionato Europeo Setter Gordon 
  • Campionato Europeo Giovani Setter Gordon- iscrizioni da inviare entro 1°Marzo    francobavaro@alice.it  329 2994731
  • Raduno Setter Gordon iscrizioni da inviare entro 26 Febbraio a Franco Bavaro  francobavaro@alice.it 329 2994731
  • Prova Speciale Gordon e altre prove miste inglesi – iscrizioni da inviare entro 1°Marzo a Franco Bavaro francobavaro@alice.it 329 2994731.

Indicazioni per alloggiamento: ROERO PARK HOTEL, Sommariva Perno (CN). Prezzi speciali per camera singola e camera doppia, con prima colazione, per partecipanti e spettatori “Campionato europeo Gordon 2018”. Per indicazioni geografiche: www.roeropark.it

Per   informazioni:   Franco Bavaro / Maurizio Peri

Cordiali saluti Maurizio Peri

TROFEO “GUIDO CAVANNA” “LA REGINA DEL BOSCO DI PIACENZA” Sabato 10 marzo 2018 RISERVATO AI CONTINENTALI (mista/singolo) e SPECIALE SPINONI

27536576_10210953812185955_2007666636_o

Locandina frontespizio1

GARA  SU  BECCACCE  (senza sparo)

Sabato 10 marzo 2018 ORGANIZZATO  dalla Delegazione SIS di Piacenza

RISERVATO AI CONTINENTALI (mista/singolo) e SPECIALE SPINONI

 La gara si svolgerà  in zona PARCO PROVINCIALE MONTE MORIA

 RITROVO ORE 7 PRESSO L’ALBERGO PIE’ DEI MONTI LOCALITA’. I RABBINI MONASTERO DI MORFASSO (PC) 0523/914106. ITINERARIO : AUTOSTRADA A 1

USCITA FIORENZUOLA D’ARDA  SEGUIRE INDICAZIONI CASTELL’ARQUATO-LUGAGNANO VAL D’ARDA – MONTE MORIA – MONASTERO –  I RABBINI. La Cartellonistica sarà esposta da Lugagnano.

Read More

Ricordi della sedicesima edizione Trofeo Saladini Pilastri

da "I nostri cani " ottobre 2002

IL RUOLO DELLA CACCIA OGGI di Saverio De Marco

16468709_10208681386738125_489360675_n
Sulla caccia premetto che non è un campo tanto di mia competenza, quindi non posso dare un giudizio autonomo. Nè ho conoscenze tecniche sulla gestione della selvaggina nè so come funziona l’apparato organizzativo del mondo venatorio. Dato che ho sentito voci molto allarmate ho sollevato la questione. Avevo richiamato l’attenzione anche di Zunino proprio per saperne di più, affidandomi alle sue conoscenze.
 
Io mi occupo di escursionismo, alpinismo e sentieristica, di fotografia e di letteratura. Tuttavia anche la caccia fa parte della mia vita però. Essendo figlio di cacciatore ho imparato a non condannare la caccia come attività in sè, anche perchè se amo così tanto la natura selvaggia è proprio grazie al mio papà cacciatore. Sono comunque convinto che, sulla caccia, non ci debba essere esitazione nel contrastare i suoi (sempre potenziali) effetti negativi sulla distruzione di alcune specie faunistiche.
 

Read More

SPINONI & SETTER IN LAPPONIA di Mario Di Pinto

14206125_537734553018007_8230963512115289284_o

foto di Lucio Scaramuzza

 Una splendida settimana di caccia in Lapponia dove l’abbondante selvaggina deve essere conquistata in spazi sconfinati di incomparabile bellezza.

“Un viaggio così ti accorcia la vita – mi aveva detto Giancarlo Bravaccini – ma quando poi ci arrivi, l’ambiente e la selvaggina sono talmente belli che non vedi l’ora di tornarci l’anno dopo”. Ed aveva proprio ragione, non per l’incubo del viaggio, ma per la voglia di tornarci: posti del genere nella mente di chi ama la caccia diventano l’insuperabile mito dei nostri sogni. Non è facile comunicare a chi legge tutte le emozioni che questa esperienza mi ha procurato e perciò quel che scrivo va accettato più come cronaca che come racconto. Andiamo dunque a cominciare.

Read More

Fare regalini ai cacciatori non è il bene della caccia di Mirco Peli

IMG_5883In queste ultime settimane si assiste al balletto dove alcune regioni prorogano la caccia alla beccaccia e altre ne anticipano la chiusura, ricorsi al Tar per uno scarto irrisorio di 15 giorni. Sono scaramucce che costano in tempo e in denaro ”nostro”, si perché i ricorsi delle associazioni venatorie li fanno usando i nostri soldi e prendono in giro i cacciatori che capiscono che sono scelte di sapore elettorale. Faccio qualche domanda nell’ambiente e mi sento rispondere che non è giusto che a distanza di pochi km una Regione chiuda la caccia alla beccaccia al 15 gennaio mentre in un’altra è aperta fino al 31. Potrei pure concordare se l’avessero scoperto ad Agosto.

Read More

SETTER INGLESE Utopia o Realtà di Antonio – Martinafranca

SfondoIndex3b

Non è facile spiegare le proprie emozioni, quelle profonde che sono dettate dalla passione e dagli attimi intensi che la vita ti offre. Tante le pene e i sacrifici per ragiungere un risultato. Tante le parole ascoltate, dette, scritte e lette. Tanti gli interessi che corrono attorno ad un concetto, ad una utopia.

Il cane bello e bravo. Utopia. Materializzazione. Godimento.

Anni e anni a consumare scarponi e stivali, a tirare fucilate in maniera ortodossa e meno ortodossa, la passione atavica che ti assale, ma non puoi essere quello che vuoi e che credi essere.

Read More

CACCIA IN LAPLAND FIN DOVE LA TERRA CONFINA COL CIELO di Mario Di Pinto

foto di Mario di Pinto

Note di cronaca di una trasferta di caccia nella Lapponia Svedese. “Cammina fin dove l’acqua e la terra si fonderanno con il cielo … e sarai nel mondo degli uomini liberi … nel mondo dei Sami”. Ebbene, cacciare in Lapponia vuol dire abbracciare il credo del popolo dei Sami che da tempi immemorabili abitano quelle terre sconfinate; cacciare in Lapponia vuol dire vagare nella Natura sovrana, dove per centinaia di chilometri non esistono né case, né strade, né altre tracce di umani insediamenti, ma solo tundra e taiga, boschi enormi, fiumi, laghi e spazi infiniti. Sono territori che le mie parole non riescono a descrivervi e la cui vastità solo vedendoli potreste concepire, per affrontare i quali bisogna avere un fisico di ferro, opportunamente temprato da allenamenti preventivi: perché – oltre a munirsi del provvidenziale gps con cui orientarsi – bisogna caricarsi sulle spalle un pesante zaino con tutto l’occorrente per fronteggiare gli improvvisi mutamenti climatici ed i generi di conforto che consentano di affrontare dieci ore di marcia al giorno.

Read More

Page 1 of 4

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén

Welcome!

Alcune foto e articoli presenti su www.setterfoto.com ora cacciatori di montagna e di beccacce sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo all’ amministratore – astroepier@gmail.com – che provvederà prontamente alla rimozione del materiale utilizzato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi