CACCIATORI DI MONTAGNA, DI BECCACCE E BECCACCINI

Il più felice non è assolutamente chi ammazza di più ne tantomeno chi trova di più e neanche chi ha i cani migliori, il più felice è semplicemente colui che trae il maggior godimento e divertimento nel trascorrere il tempo nel bosco o in montagna dietro la coda del proprio cane inseguendo le prede desiderate…….."magari in solitaria nel più alto rispetto di chi e di cosa lo circonda"

Mese: Gennaio 2018 Page 2 of 4

I PRIMI DUE GIORNI NELLA PENISOLA DI KOLA di Lucio Scaramuzza

25551962_825167910941335_2294632570528802067_n

Foto di Lucio Scaramuzza

Era da alcuni mesi che avevamo deciso di partire per la Penisola di Kola, Paolo ed Eugenia avevano avuto dei contatti che ritenevano interessanti, ne avevamo parlato a lungo e avevamo deciso di andare a vedere cosa c’era , anche in fatto di caccia.

A dire il vero tramite internet ero riuscito a trovare foto e filmati (soprattutto di pesca al salmone, la penisola di Kola è famosa in tutto il mondo per questo) e mi ero fatto una vaga idea del territorio , per molti aspetti simile alla Lapponia svedese.

Anche quello d’altro canto era territorio lappone e confinava a nord-ovest con i territori lapponi della Norvegia e della Finlandia.

Il periodo in cui avevamo deciso di partire doveva essere la fine d’agosto, ma Paolo ed Eugenia con altri quattro erano partiti a metà agosto, incuranti delle zanzare.

Read More

ORSO MARSICANO: ANCORA UN “PROTOCOLLO”! di Franco Zunino

604153_747216455315265_1989636562842657142_n

ORSO MARSICANO: ANCORA UN “PROTOCOLLO”! Ovvero, l’inefficienza al potere!

 Ce lo ha insegnato la politica: quando non sai cosa fare, cambia nome al problema, indici una conferenza, pubblica un libro o crea una struttura nuova la quale dovrà a sua volta, cambiare nome a qualche problema e magari crea una sottostruttura, indici qualche conferenza, dà alle stampe un rapporto, sottoscrivi un protocollo d’intesa!

Read More

LE PROVE SPECIALISTICHE: IDEALITÀ E FINALITÀ di Vanni Mantegari

14224824_124031848051407_1608022822350802459_n

Il giudice esperto Vanni Mantegari

Per manifestazione cinotecnica si intende una riunione di cani aventi lo scopo di valutare le capacità e qualità sul lavoro dei concorrenti, dal confronto fra i quali derivano classifiche e qualifiche che servono ad indicare il loro valore relativo ed assoluto. Lo scopo delle prove di lavoro, come quello delle esposizioni, e quello di controllare lo sviluppo di una razza in base agli standard stabiliti e di segnalare i soggetti più rappresentativi per farli conoscere e di farli preferire in riproduzione, così da diffondere il loro patrimonio genetico. Anche nelle prove specialistiche di Montagna e Beccacce queste finalità di selezione sono il succo della zootecnia.

Read More

Pointer da Montagna di Vanni Mantegari

Foto di Angelo Lasagna

La selezione naturale è il meccanismo con cui avviene l’evoluzione della specie e secondo cui, nell’ambito della diversità delle popolazioni, si ha un progressivo aumento della frequenza di individui con caratteristiche ottimali. I soggetti che meglio si sono adattati ad un certo tipo di habitat agiscono più agevolmente nello stesso. E’ l’ambiente di utilizzo che seleziona l’adattamento, indicando le caratteristiche comportamentali necessarie, per avere vantaggiosità d’ impiego.

Read More

CROAZIA di Gian Franco Grosso

DSC3370

Quando mise in moto il motore l’alba cominciava a rischiarare l’aria tersa e frizzante  di una domenica qualunque, che qualunque per Ingo non era. Le partenze sono tutte dolorose, siano esse da un paese come da se stessi, dai confini imprecisi di un terra lontana come dai confini più nitidi di una storia d’amore.

Read More

FLASH INFO n.2 Saison 2017/18 ONCFS-Réseau Bécasse

Scolopax Rusticola (201)

Credo utile riportare una traduzione/sintesi di questo recentissimo documento elaborato il 12 gennaio 2018 da K. Le Rest, F.Gossmann, D.Coreau & C.Bastat, la più informata équipe ufficiale di ricerche sulla Beccaccia, che riprende ed aggiorna il loro Flash INFO n.1, realizzato il 7 dicembre 2017 e tempestivamente riportato in questo sito(9 dicembre 2017).

L’autunno freddo in Europa fino a metà dicembre (ricordiamo le Isole Britanniche con gelo e nevicate imponenti che possono aver influenzato le beccacce in migrazione), sembrava l’annuncio di un rude inverno, ma in seguito le depressioni atlantiche hanno addolcito e “ umidificato” un po’ tutta l’Europa centro occidentale con temperature quasi sempre sopra lo zero. Ricordiamo comunque che in periodo migratorio vero e proprio le condizioni meteo avevano contribuito largamente all’arrivo delle beccacce in tutta la Francia e i suoli umidificati hanno permesso, anche in alcune regioni già siccitose, alla microfauna di risalire in superficie e rendersi così accessibili alle beccacce.

Read More

Cotorne in Kirghizistan LA CACCIA ESTREMA di Mario Di Pinto

Mario, Giorgio e le coturnici

Cronaca di una settimana di caccia a coturnici sui monti del Kirghisistan. Eran due anni che mancavo dalla Kirghisia, anche perché la nostra passione della caccia è sempre sorretta dallo stimolo di forgiare cani con cui condividere le nostre emozioni … e per due anni non avevo avuto nuovi allievi a cui “far le ossa” in una caccia così selettiva. Quest’anno invece avevo programmato questa “tosta” trasferta anche in funzione della giovane Pointer e dell’altrettanto giovane Spinona, Bora: poi un incidente ha tagliato fuori la Pointer e la prospettiva è stata di affrontare sei giorni di quella caccia micidiale con solo la Spinona, sia pur resa affidabile dal precedente battesimo sostenuto ad agosto in Lapponia ed a novembre e dicembre sulle beccacce nostrane: quindi una settimana filata in montagna con un cane solo poteva forse riservare qualche problema, ma non avevo alternativa.

Read More

BRAC-POENTER REDIVIVI di Cesare Bonasegale

Dik bracco/pointer di Romano Pesenti

Tratto da www.continentalidaferma.it

Le razze di Continentali da ferma recentemente comparse nel panorama cinofilo venatorio italiano, richiedono indispensabili approfondimenti sulle relative caratteristiche stilistiche.

Negli anni ’50 circolavano ancora alcuni “brac-poenter” (scritto così come si pronunciava), cioè incroci fra Bracco italiano e Pointer, molto apprezzati dai cacciatori perché fondevano le due razze mediandone i comportamenti, col risultato di ottenere cani efficienti per la nostra caccia, nei nostri terreni; perché da noi le starne c’erano, ma soprattutto nei calanchi dell’Appennino, e le risaie (e le marcite) “buone” per beccaccini non eran adatte ai cani da ferma “Inglesi”, troppo veloci e con cerca troppo estesa.

Read More

LA SELETTIVITÀ OLFATTIVA di Mario Di Pinto

Foto del nuovo libro “IL POINTER IN ITALIA – 100 anni di storia di Felice Steffenino”

L’ imprescindibile ruolo della caccia nella formazione di un buon cane.

Le lunghe tournee trascorse a giudicare prove all’estero – come per esempio è avvenuto lo scorso mese di marzo in Serbia – sono occasione di riflessioni sullo stato evolutivo delle razze da ferma, proprio perché consentono l’osservazione di numerosi soggetti – fra i quali i più titolati del mondo – destinati ad essere i riproduttori più utilizzati. E quel che è più importante, questi cani vengono verificati su selvaggina di grande qualità (come per l’appunto le starne della Serbia) in ambienti ancora integri e di immutata bellezza naturale. Ma per rendere significative le mie osservazioni, ho l’abitudine di annotare sistematicamente alcune manifestazioni dei cani che giuidico, come per esempio il rapporto fra ferme valide e ferme in bianco (in proposito ricordo quanto ci insegnava l’Avv. Radice: “ferma” è una parola che si può usare solo se si palesa la selvaggina). E purtroppo debbo constatare che le false ferme sono sensibilmente più numerose.

Read More

Romano Pesenti presenta “IL POINTER IN ITALIA – 100 anni di storia di Felice Steffenino”

26230109_10211205035425208_2207450249859729182_n

L’Amico Felice Steffenino, grande scrittore ( 8 libri e più di mille articoli di cinofilia e caccia su varie riviste venatorie), prima di lasciarci, consegnò la bozza dattioscritta dell’ultima sua enciclopedica Opera – ” -, a Pino Dellatorre , Giudice Internaz. ENCI, nonchè Allevatore del Pointer con l’Affisso ” Della Cisa”, e attuale Direttore e fondatore della rivista “La Gazzetta della Cinofilia”, perchè la leggesse e, come da desiderio di Felice…(mio e della moglie Irma), la pubblicasse. Ebbene,questo importante e bellissimo libro è oggi disponibile e sarà promosso e presentato, a inviti, nel giorno di sabato 3 Febbraio c. a. (..da confermare) alle ore 10,30 presso il Circolo Cinofilo Alessandrino “La Tollara” di Fubine (Alessandria). Alla Presentazione parteciperanno Allevatori, Giudici Enci, Cinofili, Giornalisti, Scrittori ed Autorità.

Read More

Page 2 of 4

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén

Welcome!

Alcune foto e articoli presenti su www.setterfoto.com ora cacciatori di montagna e di beccacce sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo all’ amministratore – astroepier@gmail.com – che provvederà prontamente alla rimozione del materiale utilizzato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi