CACCIATORI DI MONTAGNA DI BECCACCE E DI BECCACCINI

Il più felice non è assolutamente chi ammazza di più ne tantomeno chi trova di più e neanche chi ha i cani migliori, il più felice è semplicemente colui che trae il maggior godimento e divertimento nel trascorrere il tempo nel bosco o in montagna dietro la coda del proprio cane inseguendo le prede desiderate…….."magari in solitaria nel più alto rispetto di chi e di cosa lo circonda"

Mese: marzo 2018 (Page 1 of 3)

Genio con genio, uguale a genio. Provate –di Giulio Colombo–

Foto di Angelo Lasagna

Da genitori intelligentissimi discendono troppo spesso figli incolori e degeneri e viceversa. Non vi consiglierò però mai di allevare accontentandovi di riproduttori di scarsa intelligenza: a contatto con l’uomo, la famiglia, la casa, il cane dà manifestazioni di alta comprensività, giungendo fino a connettere. Fra i più intelligenti nella vita familiare troverete quasi sempre i più dotati per la caccia, perché il cane non è mai macchina da ferma e riporto, e la caccia richiede cervello capacissimo e sveglio, spirito di osservazione, iniziativa, prontezza di decisione e carattere, tanto nel cane che nell’uomo.

Read More

“A beccacce con il Pointer” Intervista a Silvio Frisone di David Stocchi

Fury a punto su forcelloHo sempre ammirato questa razza, tra l’altro, penso che quando dispone di mezzi e caratteristiche che rispecchiano lo standard, riesce a trasmettere fascino ed emozioni come nessun’altra.

Ultimamente ho seguito molto ed ho anche avuto la fortuna di cacciare insieme ad un Pointer eccezionale come Palazienzis Fury detto Dior di Giancarlo Bravaccini che in una sola stagione di prove ha collezionato un campionato europeo Pointer su selvaggina di montagna, è stato vicecampione europeo Pointer su beccacce, ed ha ottenuto eccellenti qualifiche con tanto di cartellini in Italia nel Trofeo Giorgio Gramignani.

Read More

IL SETTER INGLESE SECONDO ROBERTO SCORTA

11258587_10204262876232404_1698631765_n

L’amico Roberto Scorta

Pensare ad un Setter Inglese. La prima emozione che vorresti trasmettesse alla tua anima. Un benessere spirituale che nasce dal osservare una amalgama di leggiadria di forme in simbiosi con una funzionalità psicofisica capace di ipnotizzare i tuoi occhi ed attrarli su di sé fintanto che ne sia protagonista. Facendo si che ogni sua sfumatura anche la più insignificante sia quella nota che trasforma la sinfonia in un capolavoro.

Read More

LA DECANA DELLE BECCACCE RADIOEQUIPAGGIATE (Philippe Vignac)

Foto di Scolopax Sin Fronteras

E’ giusto e interessante che notizie come questa siano divulgate al grande pubblico e pertanto dobbiamo ringraziare Vignac  che s’è premurato di mettere sul suo sito www.lachassedelabecassedesbois.com un commento articolato del dato tecnico, messo in rete dai ricercatori inglesi sul sito www.woodcockwatch.com (S.Spanò).

Read More

INTERVISTA A SILVIO SPANO’

Silvio Spanò a Vormsi

Da dove nasce la tua passione nei confronti della Beccaccia ?
L’11 novembre 1956 da buon “cacciatore generalista” ligure, in un oliveto della Riviera di ponente, tirai ad un uccello, involatosi da terra, che pensavo fosse un “notturno”….Luca, il mio giovane cugino che mi accompagnava, corse e raccattò, con emozione, una beccaccia! Da quel momento cominciarono a tremarmi le mani (e mi tremano ogni volta) e conservai a lungo quel bossolo grigio, di GP cal.20.

Read More

DELIBERAZIONE N. 4 DEL 25 GENNAIO 2018 DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO DELLA S.I.S.


Comunico che con la deliberazione in oggetto il Commissario Straordinario ha nominato il sottoscritto quale proprio delegato per la sezione della S.I.S. denominata Setter Gordon Club con i seguenti compiti:
– Rappresentare la sezione nelle manifestazioni nazionali ed internazionali;
– Gestire le dotazioni economiche/finanziarie della sezione;
– Redigere il bilancio di esercizio della sezione.

APPUNTAMENTI DI PRIMAVERA
Anche quest’anno si svolgeranno verifiche cinofile non ufficiali alle quali i soci del Club e gli appassionati della razza potranno partecipare con i loro gordon di ogni età e dove i soggetti verranno esaminati sia sotto il profilo delle attitudini al lavoro sia sotto quello morfologico. Clicca per aprire SGC 2018-4

Read More

L’approccio alla rimessa della beccaccia di Mirco Peli

Matteo e Jack su tipica rimessa invernale

Ribattere la stessa beccaccia più volte, è tecnica praticata specialmente durante la sosta delle beccacce di passo. Quando i giorni si accorciano e le foglie prendono il colore dell’autunno, i beccacciai aspettano le prime sporadiche beccacce, che in mancanza di altra selvaggina o con la caccia alla tipica di monte già chiusa, fanno si che nel nord Italia si inizi a cacciarle già dai primi di Ottobre. Considerato però l’esiguo numero dei primi arrivi  la “rimessa”, in questo periodo è tecnica praticata regolarmente, molto meno sulle beccacce svernanti.

Read More

ADDESTRIAMO ASSIEME TELL DI GIULIO COLOMBO A beccacce

bravaccini-in-attesa-del-turno

Giancarlo Bravaccini un beccacciaio

Tell sia munito di bùbbolo, perchè dovendo esso lavorare quasi costantemente al folto e necessitando di distanziarsi’ fuori vista, sia consentito a voi sapere sempre approssimativamente dove staziona l’ausiliare e da qual parte attendere l’ovattato sfarfallar della beccaccia che si sottrae dal bosco.

Distanziarsi?

Intendiamoci: se c’è collaboratore dal quale dovete pretendere il più stretto collegamento, quello è proprio il cane beccacciaio, gli è lecito però allontanarsi anche a grande distanza, durante l’esplorazione quando voi state appostato in basso all’imbocco della valletta di ontani o di castani a castello folto; allora il cane ha il compito preciso di risalire la valletta fino in cima, evitando a voi di avventurarvi nel folto;

Read More

Grande contributo Spagnolo con 20 BECCACCE MONITORATE dal Satellite

scolopax-rusticola-269Quali sono i dati più significativi .

Il metodo ha consentito di studiare le strategie migratorie, tempistica, velocità e stop-over, l’identificare i territori di nidificazione, ha confermato l’attitudine alla fedeltà ai luoghi di svernamento. L’analisi di tutti i percorsi e relative tempistiche, soste più o meno prolungate, permette oggi di prevedere in futuro ulteriori ricerche relative alle condizioni climatiche, meteorologiche ed ambientali. La migrazione prenuziale si è sviluppata mediamente in 40 giorni, con percorsi tra 5000 km e 10.000 km ad una media giornaliera di 170 km al giorno.

Read More

Le starne bisogna volerle di Felice Steffenino

coturnici-e-pernici-53

Quando febbraio si dimentica di essere inverno, l’erba che è rimasta nei prati rinverdisce come i teneri grani a metà collina e anche le vigne stecchite si animano, filtrando la luce, e gli arati vasti e sconnessi sembrano respirare. Gli uccelli non cantano ma gridano un urrà! Anch’essi credono che l’inverno sia ormai passato. Quando vai in canile, i cani seguono ogni tuo passo.

Read More

Page 1 of 3

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén

Welcome!

Alcune foto e articoli presenti su www.setterfoto.com ora cacciatori di montagna e di beccacce sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo all’ amministratore – astroepier@gmail.com – che provvederà prontamente alla rimozione del materiale utilizzato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi