CACCIATORI DI MONTAGNA DI BECCACCE E DI BECCACCINI

Il più felice non è assolutamente chi ammazza di più ne tantomeno chi trova di più e neanche chi ha i cani migliori, il più felice è semplicemente colui che trae il maggior godimento e divertimento nel trascorrere il tempo nel bosco o in montagna dietro la coda del proprio cane inseguendo le prede desiderate…….."magari in solitaria nel più alto rispetto di chi e di cosa lo circonda"

Mese: Giugno 2019

PER NOI CHE SENTIAMO QUESTO IMPULSO IRREFRENABILE……….di Lucio Scaramuzza

PER NOI CHE SENTIAMO QUESTO IMPULSO IRREFRENABILE, AD USCIRE DI CASA CON IL PROPRIO CANE, COL SOLE O CON LA PIOGGIA, PER CAMMINARE GIORNATE INTERE PER BOSCHI E MONTAGNE. CI SIAMO MAI DOMANDATI RAZIONALMENTE CHE COSA E’ OGGI, PER NOI CACCIATORI LA CACCIA, E COME AL DI LA DELLE LEGGI E DEI REGOLAMENTI, IL CACCIATORE DEBBA IN ALCUNE CIRCOSTANZE COMPORTARSI.

Read More

EMOZIONI DIPINTE Rosse, piombo e delusioni

Sbarcammo a Barcellona in una buia serata di ottobre: quattro amici già con gli scarponi ai piedi e le verdi catane di velluto addosso, diretti a colombacci sui Pirenei catalani; ma ancor sulla banchina del porto fummo “abbordati” da un loquace taxista locale, il quale, per capacità imbonitiva simile al più classico piazzista partenopeo, in virtù anche dell’ora tarda, riuscì invece a convincerci ad andare l’indomani mattina a pernici a Fonts Caldetes, una riserva ad appena una mezz’ora d’auto dalla città.

Read More

L’AGRICOLTURA CHE SOGNO di Carlo Gastaldi

Alcune premesse sono necessarie.

La prima è che non sono un agricoltore per cui non conosco bene le problematiche che deve affrontare un imprenditore agricolo preso fra le mutevoli condizioni climatiche e l’esigenza di far quadrare I conti in un settore dove il reddito è piuttosto basso rispetto al capitale investito. La seconda è che da sempre frequento le campagne padane in primis perché per lavoro vendo farmaci veterinari per specie di interesse zootecnico (gli allevatori, quindi, mi pagano lo stipendio!), poi perché essendo un appassionato di caccia passo tutti i fine settimana, in cui è permesso, a vagare con i miei cani per boschi e risaie.

Read More

La reintroduzione della starna e della pernice rossa secondo Lucio Scaramuzza

L’abbandono dei terreni soprattutto nelle parti alte della collina e sicuramente della montagna sono state l’ultima causa, il colpo di grazia si potrebbe dire, della sparizione della starna e anche se un po’ meno, della pernice rossa.

Paradossalmente, però penso che questa situazione oggi presente su milioni di ettari del nostro Appennino possa essere il punto di partenza per la reintroduzione e il ripristino della starna e della pernice rossa, che per noi appassionati del cane da ferma rappresenta l’essenza della caccia. 

Read More

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén

Welcome!

Alcune foto e articoli presenti su www.setterfoto.com ora cacciatori di montagna e di beccacce sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo all’ amministratore – astroepier@gmail.com – che provvederà prontamente alla rimozione del materiale utilizzato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi