CACCIATORI DI MONTAGNA E DI BECCACCE

Il più felice non è assolutamente chi ammazza di più ne tantomeno chi trova di più e neanche chi ha i cani migliori, il più felice è semplicemente colui che trae il maggior godimento e divertimento nel trascorrere il tempo nel bosco o in montagna dietro la coda del proprio cane inseguendo le prede desiderate…….."magari in solitaria nel più alto rispetto di chi e di cosa lo circonda"

Campionato Europeo Pointer a beccacce 2017

21462899_351996751921581_7070304645452485537_n

Home

Previous

Il cagnaccio di Giuliano Rizzi -tratto da Uomini da ferma-

Next

“PUO’ ANDARE A CACCIA IL CANE DA PROVE?” di Giancarlo Mancini

1 Comment

  1. Donato Vitale

    Prima di rispondere voglio fare una premessa : un amico sosteneva che andare a contorni era massacrante io gli rispondevo bisogna sempre vedere dove le vai a cacciare ci sono posti dove stanno che normalmente ci vado a quaglie e altri luoghi che sono inaccessibili.con questo voglio dire che la caccia a beccacce fatta in determinati modo non è che quanto arrivi alla macchina dopo una giornata sei tanto energico : per quanto. riguarda il cane da prove portarlo a beccacce perché no : ma toglietevi dalla testa di vedere il cane di prima , quella famosa andatura te la puoi scordare , la sua compostezza diventerà scompostezza è così via …..,PURTROPPO anche a me piacerebbe vedere qualcosa del genere che duri per svariate ore ma non è così poi se qualcuno è in grado di contraddirmi ne sarei lusingato. La caccia e una cosa , le prove un’altra

Lascia un commento

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi