CACCIATORI DI MONTAGNA E DI BECCACCE

Il più felice non è assolutamente chi ammazza di più ne tantomeno chi trova di più e neanche chi ha i cani migliori, il più felice è semplicemente colui che trae il maggior godimento e divertimento nel trascorrere il tempo nel bosco o in montagna dietro la coda del proprio cane inseguendo le prede desiderate…….."magari in solitaria nel più alto rispetto di chi e di cosa lo circonda"

Category: Club (Page 1 of 9)

FLASH INFO n.2 Saison 2017/18 ONCFS-Réseau Bécasse

Scolopax Rusticola (201)

Credo utile riportare una traduzione/sintesi di questo recentissimo documento elaborato il 12 gennaio 2018 da K. Le Rest, F.Gossmann, D.Coreau & C.Bastat, la più informata équipe ufficiale di ricerche sulla Beccaccia, che riprende ed aggiorna il loro Flash INFO n.1, realizzato il 7 dicembre 2017 e tempestivamente riportato in questo sito(9 dicembre 2017).

L’autunno freddo in Europa fino a metà dicembre (ricordiamo le Isole Britanniche con gelo e nevicate imponenti che possono aver influenzato le beccacce in migrazione), sembrava l’annuncio di un rude inverno, ma in seguito le depressioni atlantiche hanno addolcito e “ umidificato” un po’ tutta l’Europa centro occidentale con temperature quasi sempre sopra lo zero. Ricordiamo comunque che in periodo migratorio vero e proprio le condizioni meteo avevano contribuito largamente all’arrivo delle beccacce in tutta la Francia e i suoli umidificati hanno permesso, anche in alcune regioni già siccitose, alla microfauna di risalire in superficie e rendersi così accessibili alle beccacce.

Read More

SIATE MOLTO VIGILANTI

Scolopax Rusticola (212)

Il 6 gennaio 2018 P.Vignac e F.Ricaud hanno scritto sul loro bel sito www.lachassedelabecassedesbois.com un appello alla responsabilità, con la premessa che attualmente non ci sono gli estremi per una chiusura temporanea della caccia, obbligatoria e contemporanea su tutto il territorio nazionale quando è in corso un’ondata di freddo con periodo di gelo prolungato sull’Europa orientale e la maggior parte del territorio francese.

Read More

UNO SCOOP A BECCO LUNGO

beccaccia-con-pulcino

Sono felice di riportare – tradotta quasi integralmente – la conferma della capacità della beccaccia di trasportare i suoi piccoli in volo trattenendoli fra le zampe! Purtroppo manca tuttora una documentazione fotografica anche se questo comportamento, da altri ripetutamente descritto, difficilmente è stato rilevato con tanta precisione, in pieno giorno, su una strada asfaltata, da due diverse persone contemporaneamente e…alle Canarie (e precisamente a Gran Canaria)! In questo arcipelago esiste una popolazione sedentaria di beccacce che si riproduce soprattutto al di sopra di una certa quota, nei boschi di essenze sempreverdi, con pinete ed erica, ma non è particolarmente conosciuta anche se quella analoga delle Azzorre ha fornito piccole, ma nette differenze genetiche, tuttavia non sufficienti a modificarne sostanzialmente i caratteri morfologici, tanto più che è noto qualche contatto con individui provenienti dal continente e quindi la possibilità di una ricombinazione genetica con i ceppi continentali stessi.

Read More

L’incredibile Karelia (Tradotto da Scolopax Sin Frontera)

26142732_10210727666052443_86341850_o

‘Karelia’ è una delle cinque beccacce equipaggiate nell’inverno 2010 con dispositivi di localizzazione satellitare dal Becada Cazadores Club. Da quando la commissione scientifica del club ha lanciato il progetto Scolopax senza frontiere sono state contrassegnate con questa tecnica un totale di quattordici beccacce.

Tutti gli studi fino ad oggi stabilivano che l’area di distribuzione della beccaccia si estendeva  a tutto il Paleartico occidentale, una delle otto ecozone in cui è divisa la terra. Questa ecozona include il sub-continente europeo come diffusione geografica dal Nord Africa ai Monti Urali, che sono la barriera naturale da nord a sud, e separa i sub-continenti di Europa e Asia. Qui è dove vivono le nostre beccacce o almeno è dove dovrebbero vivere. Inaspettatamente è stato captato un segnale nel cuore della pianura occidentale della Siberia, dopo aver percorso 5.700 chilometri. La scienza ufficiale ha affermato, fino ad ora, che il loro confine era sui monti Urali. Oggi, a 1.500 chilometri a est della catena montuosa, “Karelia” – è il nome del protagonista – costringe a riscrivere tutto ciò che è stato pubblicato fino ad oggi.

Read More

Le beccacce che svernano in Italia sono sempre le stesse.

Pertanto la responsabilità per una gestione ottimale è solo nostra, sia cacciandole in Italia, o andandole a cacciare nei paesi di nidificazione e transito.

Prendo a riferimento uno studio fatto da Philippe Vignac sull’analisi dei segnali Argos che confermano alcuni comportamenti della beccaccia. “ Dopo aver studiato il principio di funzionamento del beacon Argos, abbiamo ora risposte e conferme sul comportamento della beccaccia.

Essendo lo studio Francese si vedono solo le rotte e la provenienza delle beccacce che interessano il nord Italia. L’italia sud meridionale è interessata da altre sub popolazioni e ciò è un bene perché le beccacce prelevate sono di altra provenienza. Spiega pure perché al nord ci sia stato un passo scarsissimo, mentre al sud è andata meglio.

Read More

Mòpia la beccaccia Africana Tratto da “Scolopax sin fronteras club de cazadores de becada”

26037131_10210696270787581_1518725495_o

Dal 25 ottobre, quando lasciammo Mòpia nel sud dell’Austria, non avevamo ricevuto notizie rilevanti sin dalle Baleari. Abituati alle solite difficoltà di follow-up nella migrazione post-nuziale, non sembrava particolarmente preoccupante.

26036220_10210696259467298_459415856_oCi siamo meravigliati per giorni che nel suo viaggio di ritorno si era fermato nel mese di ottobre esattamente nella stessa posizione che aveva avuto durante la sua migrazione prematrimoniale, a marzo. Non aveva scelto per la sua “sosta” nella stessa regione, no, si era fermato nello stesso posto con una precisione di centinaia di metri.

Read More

La Fanbo è preoccupata, ma emette un testo “politico” che ipotizza provvedimenti tardivi

fanbpo

Fanbpo: preoccupazione per la situazione della beccaccia in Europa – 22 dicembre 2017

Preoccupazione per la situazione della beccaccia in diversi Paesi europei. Il punto di vista della Fanbpo, Federazione associazioni nazionali beccacciai Paleartico Occidentale.

A seguito di problemi sorti durante la fase di riproduzione della beccaccia in alcune regioni della Russia europea, segnalati dagli osservatori dell’Ufficio nazionale della caccia e della fauna selvatica (Oncfs – Francia), che studiano l’evoluzione della riproduzione in questi territori;

Read More

Status stabile delle subpopolazioni di Beccaccia Scolopax rusticola e prelievo sostenibile: utopie e realtà! Silvio Spanò

Pubblicato sulla rivista Beccacce che Passione n 6 del Dicembre 2017

–  Comunicazione presentata  in occasione della Conferenza internazionale sulla Beccaccia (Firenze -Fanbpo 2017)

Scolopax Rusticola (77)

Per evitare di essere inquadrato  solo come esemplare storico (ossia“da museo”), prendo spunto per questa comunicazione da un articolo comparso sul n. di aprile 2017 de “La Mordorée” (CNB) a firma Philippe Vignac che ho condiviso e che ha immediatamente innescato  sulla stessa fascicolo della rivista  una dettagliata risposta dall’ONCFS.

Read More

Fwd: SGC 2017-17 Notizie dal Setter Gordon Club

 

xSetter,P20Gordon,P20adulto.jpg.pagespeed.ic.eU1qOWEjlb

LE ATTIVITA’ DEL PRIMO SEMESTRE 2018

Il programma di attività per il primo semestre 2018 è il seguente:

08 Marzo Ceresole d’Alba CN prova speciale su selvaggina naturale- CAC

09 Marzo Ceresole d’Alba CN camp.europeo caccia a starne -CAC CACIT

10 Marzo Ceresole d’Alba CN camp.europeo giovani caccia a starne – CAC

10 Marzo Ceresole d’Alba CN raduno di razza -CAC

11 Marzo Ceresole d’Alba CN camp.europeo caccia a starne -CAC CACIT

24 Marzo Modica Expo Int. Mostra Speciale

01 Aprile  Sassari Expo Int. Mostra Speciale

SELEZIONE CAMPIONATO EUROPEO 2018

Read More

Importanti aggiornamenti dalla Francia (7.12.2017) e qualche commento…. Silvio Spanò

24131243_1713345598697144_7606525666088108856_n

In queste giornate classiche dell’Immacolata mi sono giunti due interessanti commenti  (a 3/4 della stagione beccacciaia) uno dal Réseau Bécasse dell’ONCFS (datato 6 dicembre 17 e firmato da Le Rest, Gossmann, Coreau, Bastat e Ferrand) e l’altro, trovato da Mirco sul Web del CNB francese firmato dal Presidente Meunier (datato 30 novembre).

In quest’ultimo il Presidente del CDB smorzava molto l’allarme iniziato con le notizie di cattivo successo riproduttivo in Russia per motivi meteo, confermata dalla bassa percentuale di giovani constatata nelle campagne di inanellamento post riproduttive nella Russia centrale riportate dall’ONC, che tuttavia sottolineava già che questa variabile non è ovviamente la sola a determinare il numero di beccacce che sverneranno in Francia. E in proposito  cita un’ICA parziale di novembre (1,67) che rientra nella media dello stesso periodo negli ultimi 5 anni…sottolineando che non esiste un deficit di uccelli.

Read More

Page 1 of 9

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi