CACCIATORI DI MONTAGNA E DI BECCACCE

Il più felice non è assolutamente chi ammazza di più ne tantomeno chi trova di più e neanche chi ha i cani migliori, il più felice è semplicemente colui che trae il maggior godimento e divertimento nel trascorrere il tempo nel bosco o in montagna dietro la coda del proprio cane inseguendo le prede desiderate…….."magari in solitaria nel più alto rispetto di chi e di cosa lo circonda"

Categoria: David Stocchi (Page 1 of 2)

L’EVOLUZIONE DELLA CACCIA di David Stocchi

Riporto di Jena di Stocchi

E’ cambiato il motivo che ci spinge a cacciare, ma non può cambiare il rispetto nei confronti della natura e soprattutto nei confronti della selvaggina.

Tutti sappiamo che la caccia è un’attività nata prima dell’uomo e che fondamentalmente è stata l’unica, insieme alla pesca, a garantire la nostra sopravvivenza e quella delle altre specie animali.

Read More

Il Beccacciaio, ultimo drappo del Romanticismo di David Stocchi

IMG_6430

Ho sempre creduto che ogni tipo di caccia, sia lo specchio dell’animo del cacciatore che la pratica.

Del resto trovo che ogni selvatico, con i suoi modi e le sue abitudini, sia legato da un filo invisibile al carattere e all’animo dei suoi predatori umani, attirandoli verso di se. Poi anche l’imprinting del cacciatore fa la sua parte, mio nonno era un romantico ammaliato beccacciaio con le sue regole ed i suoi modi che più o meno sono diventati i miei.

Read More

L’erede. Un cane ne migliore ne peggiore di David Stocchi

Africa di David Stocchi

Nella vita di ogni cacciatore cinofilo c’è stato un cane, che per svariate ragioni ma soprattutto per la sua bravura, viene considerato il faro, il campione da clonare, ma questo non è possibile e quando siamo in procinto di trovargli un’erede iniziano i dolori.

Più siamo esigenti e più aumentano le difficoltà nel raggiungimento dell’obiettivo preposto.

Questo succede anche nella caccia e a maggior ragione in quella alla beccaccia che di per se rappresenta l’università del cane da ferma, e dove, avere un buon soggetto è di fondamentale importanza affinché tutto giri per il verso giusto.

Read More

Un cacciatore, un setter e una beccaccia David Stocchi

Miss di Lucio Scaramuzza

Sentiamo sempre più spesso parlare di etica nella caccia alla beccaccia, e sempre i discorsi finiscono sul beeper contro il campano, il fuoristrada contro i muli, i cani corti contro i cani lunghi ecc. ecc., solo una cosa viene soventemente tralasciata, ma questa è di primaria importanza, “il cacciare soli”.

Read More

Il successo della caccia alla beccaccia di David Stocchi

IMG_6428

Foto di David Stocchi

Caccia alla beccaccia: come è cambiata, la crescita culturale del cacciatore, l’importanza di un selvatico autentico come la beccaccia (uno dei pochi rimasti…) per la formazione del cane da ferma, aspetti tradizionali ancora vivissimi e da preservare.

Oggi con la tecnologia ed il benessere, anche la caccia alla beccaccia ha subito radicali cambiamenti.

Read More

QUANDO ARRIVA IL MOMENTO DI METTERE A RIPOSO IL NOSTRO AMICO intervista a G. Bravaccini

IMG_6430

Foto di David Stocchi

Come per tutti gli esseri viventi, uomo in primis, anche per il nostro ausiliare arriva il momento di andare in pensione.

Tanti sono i fattori che determinano l’arrivo di questo momento, soprattutto l’alimentazione, un utilizzo prolungato nel tempo ed in particolari condizioni logistiche e climatiche, possono alla lunga essere le principali cause che favoriscono un invecchiamento precoce nel nostro amico a quattro zampe.

Spesso mi sono chiesto quando fosse giusto far terminare la carriera agonistica di un mio setter, e la certezza più assoluta e che sempre è dipeso dal soggetto, dalla sua fisicità e dalle sue caratteristiche intrinseche.

Read More

L’importanza dei segni durante la caccia di David Stocchi

IMG_6425

foto di david Stocchi

Il beccacciaio sia bipede che quadrupede non può trascurare alcune cose durante la caccia, soprattutto i segni di presenza lasciati inevitabilmente a terra dalla nostra preda.

Tempo fa scrissi che il beccacciaio uomo era forse l’ultimo baluardo del romanticismo.

Oggi penso anche che i beccacciai sia uomo che cane, siano gli ultimi custodi di una forma di caccia che trova molte similitudini con quella praticata dagli indiani d’America.

Read More

La Beccaccia e il setter Gordon di David Stocchi

Foto di Jesùs Balado Casal

Credo che cacciatori si nasce, e se qualcuno lo è diventato di certo non è il mio caso.

Infatti, anche facendo un grande sforzo nel cercare di ricordare quando questa immensa passione è esplosa dentro di me, non riesco proprio a trovargli il giusto collocamento temporale, e questo, fa si che sono certo di esserci nato.

Ricordo molto bene quando da bambino mio nonno mi portava a caccia di tordi (forse perché pensava che era quello il modo per farmi appassionare), il mio ruolo era quello di trovare e recuperare le prede proprio come avrebbe dovuto fare un buon retriever. Poi col passare del tempo le prime uscite dietro il cane da ferma, inseguendo le ultime starne, qualche fagiano ma soprattutto beccacce.

Read More

Beccaccia, cinofilia ed ambiente: un’armonia da ritrovare di David Stocchi

 15087044_581181105340018_1747026894_nE’ sin troppo noto che la caccia alla beccaccia, nel Paese e in tutta Europa, andrebbe meglio regolamenta cancellando, di fatto, tutte quelle forme di accanimento predatorio (caccia all’aspetto, caccia in caccia in momenti di gelate improvvisa ….) che sono espressione più bassa e volgare di un istinto che, certamente, non può definirsi caccia.

Tutte queste affermazioni di principio si infrangono contro l’egoismo, la superficialità e la supponenza dei più, che, normalmente, hanno il sopravvento sulla ragionevolezza, l’etica e l’armonia.

Read More

“Perché ho scelto il Setter Inglese” di David Stocchi

_DSC4460Spiegare il motivo per cui si sceglie una razza invece che un’altra, può sembrare facile e scontato, ma in realtà i motivi possono essere molteplici, a partire dalle simpatie personali, dal tipo di selvaggina che si desidera cacciare ecc. ecc., fino ad arrivare alla conformazione delle zone dove abitualmente svolgiamo l’esercizio venatorio.

Sicuramente una delle razze che mi affascina di più in assoluto è il pointer, questo quando dispone di tutte le caratteristiche di razza è in grado di trasmettere emozioni che difficilmente riusciremo a provare con l’utilizzo di altre razze, parlo della sua sfrontatezza, della sua ardita passione e delle sue guidate a strappi che ti fanno accapponar la pelle, ricordo un’azione di un mio pointer su beccaccia che resterà indelebile nella mia mente per sempre, così come l’occhio di quella stessa beccaccia che fissandomi nel suo involo riuscì a farmi fare due clamorose padelle.

Read More

Page 1 of 2

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén

Welcome!

Alcune foto e articoli presenti su www.setterfoto.com ora cacciatori di montagna e di beccacce sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo all’ amministratore – astroepier@gmail.com – che provvederà prontamente alla rimozione del materiale utilizzato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi