CACCIATORI DI MONTAGNA E DI BECCACCE

Il più felice non è assolutamente chi ammazza di più ne tantomeno chi trova di più e neanche chi ha i cani migliori, il più felice è semplicemente colui che trae il maggior godimento e divertimento nel trascorrere il tempo nel bosco o in montagna dietro la coda del proprio cane inseguendo le prede desiderate…….."magari in solitaria nel più alto rispetto di chi e di cosa lo circonda"

Category: Interviste & Letteratura (Page 1 of 19)

Quando passano le beccacce da il “nuovo libro della beccaccia” di Vincenzo Celano

Il nuovo libro della becaccia di Vincenzo Celano 1L’arrivo
Quando ancora l’ottobre deve fare capolino si ridesta ormai l’attesa generale della beccaccia. Attesa talvolta sollecitata dalle condizioni del tempo e, talvolta, soprattutto dalle voci della solita gente a corto di fantasia che, proprio come certi cani insicuri e sospettosi, incorre in… ferme di puro desiderio. Ma, evidentemente, v’è una misura in tutte le cose. E solo piovere e il solo soffiare del vento, per buoni che possano essere, non sono di per sé sufficienti a determinare il fenomeno della migrazione dai quartieri di riproduzione dell’Europa continentale e il transito e la sosta nelle nostre contrada.

Read More

Il gallo Cedrone di Mario Rigoni Stern

foto di Denis Rensi

È un animale che segna la primavera: quando fiorisce quel larice che dicevo prima, nel mese di aprile (non ha ancora le foglie, ma mette fuori dei fogliolini di un colore bellissimo e luminoso di cui lui si ciba) l’urogallo canta e chiama le femmine. È il momento della montagna unico e irripetibile in cui lo si può sentire; un momento che sta diventando sempre più raro perché questo animale è molto difficile, ama il silenzio, ama la solitudine, ama i boschi antichi.

Read More

IL MOVIMENTO : I PROTAGONISTI

il-movimento0I due protagonisti del movimento sono le ossa e i muscoli. Vediamo brevemente «cosa» sono, come lavorano e poi «quali» sono. Le ossa sono formate da sali minerali e da sostanze organiche. Malgrado una notevole durezza hanno anche una certa elasticitil-movimentoà che consente loro di resistere validamente a stiramenti, pressioni, torsioni, urti ctc. La Natura ha risolto qui un grande problema della tecnologia moderna: quello di ottenere il massimo della resistenza col minimo uso di materiale; quindi con grande leggerezza.

Read More

“IL CANE” tratto da Caccia alla Coturnice di Oscar Brunicardi

IMG_5771 (2)E così tutto il necessario è in nostre mani: non ci manca più che pensare al nostro ausiliare: il cane. E qui incominciano i guai seri se non lo possedete ancora o se ne possedete uno che non sia mai andato altro che in pianura. Se vi sarà dato di trovarvi in qualche farmacia venatoria (negozi di armieri) e udire le varie opinioni sul cane da ferma più indicato per cacciare la coturnice, credo che ben difficilmente vi potrete fare un concetto chiaro della faccenda: la questione è invece molto semplice: tutti i cani da ferma possono divenire degli ottimi cani da caccia in montagna e specialmente alla coturnice, purché abituati fin da giovani su questo terreno e istruiti a tal genere di selvaggina, come per tutti gli altri selvatici e tutti gli altri terreni.

Read More

“COME SI DEVE EDUCARE CON LA GABBIAROLA” tratto da Quarant’anni di addestramento di Gianni Puttini

Valerio Cardillo addestra su quaglia liberata

Quando inizierete le prime lezioni al vostro cane con le quaglie di gabbia raccomando vivamente molta e molta attenzione, perché se queste come già dissi si prestano per ottenere una buona e completa educazione, possono rappresentare per converso, se usate senza le dovute precauzioni, un pericolo e un incentivo di disgusto, di sospetto e di rovina dell’allievo. Prima di tutto si devono adoperare quaglie scelte, forti volatrici e prima della loro immissione sul terreno debbono già essere state ben esaminate a casa. Il cane non deve assolutamente vedere da chi e dove vengono collocate; lavori sempre a vento in favore.

Read More

APPUNTI DI CACCIA – Paesaggi, amici, stagioni di Francesco Prandi

Emozionanti racconti di giornate passate all’aria aperta, la Caccia, gli amici, i cani e tanto altro, in sintesi un bellissimo libro di Caccia, per informazioni rivolgersi all’Autore Francesco Prandi : francesco.prandi@gmail.com

“LA CACCIA ALLA STARNA” tratto da “Tra cime boschi e paludi” di Giorgio Gramignani

Bravaccini addestra i cuccioloni su starne

La caccia alla starna è la caccia fondamentale per la formazione del cacciatore e del cane

Enrico Benedetti Roncalli

Ho esercitato la caccia alla starna con entusiasmo e passione frenetica. Ricordo con sorridente commozione i primi incontri e le primissime stagioni quando, alla ferma del cane, l’emozione mi sbiancava il volto, velandomi gli occhi e la tensione, in attesa del frullo sospirato e temuto, era cosi violenta da provocarmi una vera sofferenza, che si placava con un sospiro di sollievo, solo dopo le due innocue fucilare.

Read More

“La beccaccia e gli animali rapaci” tratto da Migratori Alati di Mario Rotondi

 

Beccaccia predata

Molti animali predatori insidiano la beccaccia, pronti ad approfittare di ogni occasione per attaccarla, per ghermirne i piccoli o distruggerne la covata. Quest’ultima, situata com’é sul terreno dei boschi, si trova molto esposta all’insidia di ogni sorta di animali predatori, quali volpi, gatti selvatici e inselvatichiti, puzzole, faine e martore, nonché di vari rettili, soprattutto dei colubridi di maggior mole, sempre presenti nelle umide boscaglie preferite dalle beccacce per la nidificazione.

Read More

MORTE ACCIDENTALE DI UNA BECCACCIA

Morte accidentale di una beccaccia (3)

Quell’anno accaddero due cose memorabili, una di seguito all’altra. La prima è che si andò al cimitero il giorno dei morti, e la neve copriva la terra e le tombe e le lapidi e le croci di ferro e i crisantemi gialli e bianchi; ma non una spolverata, un palmo abbondante di neve. Poi la sera cominciò a piovere, e al mattino cimitero e tetti e colline era tutto lavato e nuovo e lucente, e io mi dissi: «se fosse già arrivata la beccaccia? Certo ci sarà da bagnarsi fino all’osso, con le fronde inzuppate come sono», ma il sole più saliva e più scaldava.

Read More

La beccaccia e le prove di lavoro tratto da “L’addestramento del cane da ferma per le prove di lavoro”di Giancarlo Mancini

Ferme ricordo (38)Quando le Prove su beccacce? C’è chi vorrebbe metterle nel repertorio di quelle di caccia, con le Prove d’alta montagna e quelle su beccaccini. Ma chi potrebbe programmare con esattezza una data per essere sicuri del passo, e come seguire i turni tra i boschi per valutare esattamente l’azione di un cane? No!

Read More

Page 1 of 19

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi