CACCIATORI DI MONTAGNA DI BECCACCE E DI BECCACCINI

Il più felice non è assolutamente chi ammazza di più ne tantomeno chi trova di più e neanche chi ha i cani migliori, il più felice è semplicemente colui che trae il maggior godimento e divertimento nel trascorrere il tempo nel bosco o in montagna dietro la coda del proprio cane inseguendo le prede desiderate…….."magari in solitaria nel più alto rispetto di chi e di cosa lo circonda"

Categoria: Racconti (Page 2 of 4)

CRIMEA : BECCACCE , CARRI ARMATI e MINE di Enrico Cavina

Pernaja, Finland

POST SCRIPTUM di TRE BECCACCE ALLE OLIMPIADI DI SOCHI, scritto  durante la crisi Ucraina – Russia – Crimea  2 Marzo 2014  nello  spirito di e-book ( instant-book )

Ai primissimi giorni di Marzo, Vladimira aveva iniziato il suo viaggio di ritorno partendo dalla foresta di Dadià in Grecia del Nord sù sù dritta ad attraversare il Mar Nero e rifare una bella sosta in Crimea prima di procedere più a Nord verso gli Urali . Lì si era sempre trovata bene per pastura e tranquillità.

Read More

IL SOGNO: LA FATA E LA FIABA DI UNA MIGRAZIONE di Enrico Cavina

img_0452-copie3
Per più giorni, credo per più di un mese, mi ero lasciato prendere dalla passione di consultare tutto quello che di più scientifico si potesse cogliere dalla Letteratura di Ricerca sulla beccaccia e sulla sua migrazione. E così di pari passo mi ero messo a scrivere uno zibaldone, una vera rassegna bibliografica che poi pomposamente avevo definito “evidence based review”, ed altrettanto scherzosamente avevo titolato.

 “La beccaccia scientifica”.

Avevo letto, riletto, analizzato e cercato di sintetizzare tanti aspetti della anatomo-fisiologia della beccaccia e del suo ciclo vitale , io stesso trascinato da quella curiosità che ti prende quando affondi te stesso ,umile dilettante,dentro i rigidi risultati della ricerca scientifica , quella vera ;tanta passione quasi quanto quella che per anni ed anni,ed ancora oggi,ti spinge nel bosco,duro ed impenetrabile a tratti,alla ricerca di quel frullo dove poi tu lanci un’inconsulta vampata di piombo e morte:così dentro i misteri della beccaccia,così dentro i misteri del tuo “essere”.

Read More

Tre Beccacce alle Olimpiadi di Sochi di Enrico Cavina

scolopax-rusticola-116

Questa è una storia strana e fantasiosa , fantasiosa sì ma non si può escludere che qualcosa di vero ……qualcosina……ci possa anche essere. Perché tre beccacce a Sochi ? Béh…..certamente è possibile che alcune beccacce russo-asiatiche siano rimaste in inverno da quelle parti dopo aver svalicato le montagne di Krasnodar e scese giù per quelle valli che arrivano sulla costa del Mar Nero dove sorgono le faraoniche strutture delle Olimpiadi Invernali 2014 a Sochi .

Read More

Un angelo frangiato Scritto da Alessandro Bassignana ( vince il concorso di setterfoto)

Foto di Mario Salomone

Il sensore elettronico percepì la sua figura e due lastre di vetro s’aprirono simultaneamente, quasi fosse Ali Babà che aveva recitato la formula magica di fronte alla grotta.

Uscì dalla banca a passo spedito, dispiaciuto di non poter sbattere le porte come invece avrebbe voluto fare.

“ Fanculo !!! ” esclamò con un moto di rabbia, e sferrando un calcio a vuoto.

Poi s’accorse che stava dando spettacolo e si calmò.

Del resto lo sapeva già anche lui, e glielo aveva pure detto il suo commercialista.

“ Le banche potrebbero aiutarti;  potrebbero ma non lo faranno, perché da un po’ di tempo non lo fanno più con nessuno. ”

Read More

LA NOTTE DEL CACCIATORE di Davide Zaninotti

Io amo i cani più di ogni altro animale e soprattutto i cani dei cacciatori. Li amo perché li ho visti lavorare per i loro padroni fino allo sfinimento, senza ricevere neppure una carezza o una crosta di formaggio. Li adoro perché li ho visti maltrattati, affamati, eternamente soli nei loro recinti, eppure con gli occhi solo per quei sciagurati padroni. Li adoro perché puzzano, non vengono mai lavati e sono pieni di zecche, tormenti, reumatismi, e muoiono soli o per mano dei loro aguzzini:”non andava più, cosa devo fare di lui…”…

Read More

Il VERO Standard del…Setter inglese di Valeria Rossi tratto da www.tipresentoilcane.com

Eva di Crocedomini vincitrice al Saladini 2011

Eva di Crocedomini vincitrice al Saladini 2011

PREMESSONA: io odio la caccia, come credo ormai tutti sappiano. Specifico meglio: odio la caccia intesa come “divertimento”. Perché se uno va, abbatte un selvatico (UNO), lo porta a casa e se lo mangia, la cosa non mi disturba più di tanto. Cioè, un po’ sì, a dire il vero: però mi contengo. Per questo non odio, per esempio,  i cacciatori che fanno caccia di montagna, quella in cui scarpini per ore ed ore il più delle volte senza prendere un accidenti, e quelle rare volte in cui ammazzi un uccello si tratta appunto di UNO, che ti porti a casa e cucini. Questo lo posso accettare, perché è sempre meglio che mangiare un pollo del supermercato (che ha fatto sicuramente una vita molto più infame del fagiano di montagna).

Read More

BECCACCIA, AMORE MIO! (da una confidenza di Stefano Mentoni) Il grillo saggio tratto da “il tiro”

Houtsnip-04(imprevedibilità della beccaccia e relative “leggende metropolitane”)

Nei primi anni ’80, poco più che ventenne e senza precedenti in famiglia, iniziai a dare sfogo alla mia grande passione per la Caccia. Dopo aver divorato tutto quel poco che allora c’era di pubblicato in materia venatoria ed essermi abbonato a “Diana – La Rivista del Cacciatore”, con tanta confusione in testa in materia di vita, migrazione, luoghi di pastura, di soggiorno e di modalità di caccia dell’arciera, mi ritrovai di sera ad ascoltare, nel circolo cacciatori del paese dove mi ero da poco trasferito, i racconti più strani e i motti correnti sugli incontri con la Regina del bosco. Ascoltavo defilato, ma con molta attenzione gli anziani ed i loro aneddoti di caccia cercando di selezionare un filo logico per approcciare quel selvatico tanto agognato!

Un detto su tutti, mi aveva colpito: “Nel terreno coperto da falasco non pascolano neanche i somari, figuriamoci la beccaccia!”; infatti, come noto, essa predilige terreno senza fogliame, con qualche cespuglio rado, non gradisce il bosco molto folto e sporco e cose del genere…

Read More

Coturnici del Monte Marsicano Tratto da Caccia Passione

1908412_683068681769401_5373030736317682659_n“Essere cacciatori non significa solo uccidere, ma istruirsi, cercare di capire sempre più e rispettare la natura con tutte le sue creature buone e non buone che siano.

La bellezza e l’integrità pura che a quei tempi offriva la montagna è purtroppo scomparsa, deturpata dalle tante strade e dai fuoristrada sempre più potenti che arrivano da tutte le parti rovinando così le ultime bellezze della natura rimaste.”

Read More

L’uomo senza volto di Mario Sapia tratto da www.cacciaoggi.it

beccaccia-tramontoIl tramonto perlaceo, bianco di lattigine, scende nell’uliveto innanzi a me, dove le branche degli alberi che annaspano nella foschia calante sembrano le anime del purgatorio illustrato da Dorè. Preceduto dai cani, rientro verso la macchina percorrendo il sentiero che avevo battuto all’andata per tentar di levare la prima regina della stagione. D’un tratto, sento l’ovatta dell’umido che varia di timbro, come se le infinite particelle di nebbia si spostassero facendo muovere quelle accanto a guisa d’un domino acustico appena percettibile. Alzo gli occhi e la vedo davanti a me, inconfondibile nell’indistinto, bella pur se strana, ben determinata verso un punto preciso d’atterraggio anche se nuova del posto.

Read More

Tutto subito……………. (distrazioni mentali di un’animale preistorico) Fabrizio De Luca All.to del Pizzo Lungo

1098145_500553446688746_760964280_nE’ da poco tempo iniziato il terzo millennio…..ed io mi sento un’animale preistorico…..già, probabilmente lo sono veramente, legato al rispetto verso le persone, le cose, gli animali, le proprietà, cresciuto con il senso di umiltà, la voglia e la fame di scoperta, di sapere e mio Padre che mi ha geneticamente trasmesso, “il sacro fuoco”, la passione per i cani e la caccia.

Read More

Page 2 of 4

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén

Welcome!

Alcune foto e articoli presenti su www.setterfoto.com ora cacciatori di montagna e di beccacce sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo all’ amministratore – astroepier@gmail.com – che provvederà prontamente alla rimozione del materiale utilizzato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi