CACCIATORI DI MONTAGNA E DI BECCACCE

Il più felice non è assolutamente chi ammazza di più ne tantomeno chi trova di più e neanche chi ha i cani migliori, il più felice è semplicemente colui che trae il maggior godimento e divertimento nel trascorrere il tempo nel bosco o in montagna dietro la coda del proprio cane inseguendo le prede desiderate…….."magari in solitaria nel più alto rispetto di chi e di cosa lo circonda"

Category: Paolo Pennacchini

La compagna di caccia di Paolo Pennacchini

Mechelli Antonietta

In foto Mechelli Antonietta

Ho un paio d’ore, è uscito anche un bel sole, quasi quasi ci provo…Saluto l’ufficio e guido verso casa. Ho lasciato una beccaccia nel mio posto preferito, vicino a casa: lo chiamo l’angolo più bello del bosco. La trovo ogni anno, sempre alla fine della stagione, e oggi è l’ultima settimana di caccia. Ci porto il mio cucciolone. Ancora non ha capito ben cosa andiamo a fare lì. Mangio un panino al volo. Sì, la vecchia stavolta la lascio a casa, voglio proprio vedere come il giovane si comporterà, soprattutto se la troverà e… chissà se la fermerà.

Read More

LA BECCACCIA UN LABORATORIO CON LE ALI di Paolo Pennacchini

Foto di Mario Salomone

Non si tratta di un semplice uccello: inconfondibile per il becco appuntito e il suo volo sfarfallante. Non è soltanto la “Regina del bosco”, epiteto devoto che resiste nel rito venatorio, nelle penne degli scrittori e nei sogni dei cinofili. E’ soprattutto un laboratorio. Anzi, la Beccaccia è il più importante “laboratorio alato” che abbiamo in Europa, a disposizione degli studiosi e degli stessi cacciatori per l’affermazione della Caccia Sostenibile: ovvero il consapevole esercizio venatorio basato su dati scientifici, che consenta l’equilibrio tra il prelievo e la conservazione delle specie. Visione moderna, unica e necessaria per conciliare la caccia e la tutela dell’ambiente. La Beccaccia (Scolopax rusticola) è specie cacciabile in tutta Europa. Raggiunge la nostra penisola fin dai primi di ottobre, per svernare. Un flusso migratorio ancestrale che lega i destini dell’avifauna europea all’interno del cosiddetto Paleartico Occidentale: il grande quadrilatero naturale che ha come confini il Circolo polare Artico, i monti Urali, il Magreb e le isole Azzorre.

Read More

La nidificazione della beccaccia di Paolo Pennacchini

Woodcock, adult at nest, Peak District, Scolopax rusticolaL’articolo è stato  pubblicato su Beccacce che Passione

La scoperta di nidi di beccaccia è fondamentale per aumentare la conoscenza di questa specie. Grazie ai nidi, possiamo conoscere il livello di riuscita della riproduzione e soprattutto inanellare i pulcini per studiare i loro spostamenti. Ma non è un’operazione semplice, vista la grandezza e le caratteristiche vegetative degli areali di riproduzione: spesso infiniti boschi di betulle, con strato erboso molto sviluppato.

Read More

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi