CACCIATORI DI MONTAGNA E DI BECCACCE

Il più felice non è assolutamente chi ammazza di più ne tantomeno chi trova di più e neanche chi ha i cani migliori, il più felice è semplicemente colui che trae il maggior godimento e divertimento nel trascorrere il tempo nel bosco o in montagna dietro la coda del proprio cane inseguendo le prede desiderate…….."magari in solitaria nel più alto rispetto di chi e di cosa lo circonda"

Category: Silvio Intiso

Come funziona la caccia all’estero-Intervista a Silvio Intiso Club Scandinavia-

chisiamo-00000006

Silvio il bracco e la beccaccia

Proseguamo con le interviste agli organizzatore delle cacce all’estero per avere un quadro di come funziona la caccia nelle varie realta, in particolare per fornire elementi che tentino di dare risposte oggettive alla equazione caccia all’estero/meno beccacce in Italia.

Silvio secondo te i cacciatori che fanno la caccia all’estero sono in aumento?

Si decisamente i cacciatori che cacciano all’estero direi che sono in aumento.

Noti un cambiamento nel comportamento delle beccacce negli anni frutto della disturbo?

Il comportamento delle beccacce é cambiato in quanto ho riscontrato che sono più malfidate in generale ma soprattutto che stanno imparando il significato del suono del BEEPER in generale frullano prima e a volte quando servi il cane non ci sono più! Per giunta, almeno quest’anno si localizzavano concentrate in certe zone mentre in altre non ne trovavi una (tutte zone giá collaudate negli scorsi anni!)

Read More

Alimentazione del cane (Club Scandinavia.com) di Silvio Intiso

ALIMENTAZIONE-CANE-1

Ah, io gli do delle crocchette di marca perché gli piacciono di piú e sono EC..CEZ..ZIO..NALI!

Questa é la risposta piú frequente che ascolto quando porgo la domanda:

..ma cosa mangia il tuo cane?

Certamente a prima vista, nulla di sbagliato sul cibo del quadrupede anzi un un fregio di prestigio con quel ”di marca”, ma proviamo ad analizzare un pó piú profondamente l’argomento.

Partiamo dicendo che ho sempre avuto cani (molti) di stazza ”35 chili con l’osso” e, come sappiamo tutti, i cani grossi sono normalmente quelli che ci lasciano prima.

Ebbene, vi posso garantire due cose:

Primo: che sono campati tutti fino alla veneranda etá di 14/15 anni; tutti tranne uno che morí di una leishmaniosi contratta in Italia prima dell’acquisto e sconosciuta completamente (a quei tempi) da me o dai veterinari svedesi.

Read More

ACCUDIRE IL PROPRIO CANE di Silvio Intiso-dal sito Club Scandinavia.com-

Silvio e un suo Bracco

Descrizione letteraria del significato del verbo accudire:

TRECCANI: accudire v. intr. e tr. 1.. dedicarsi con cura a un lavoro, spec. nell’ambito domestico: a. alle faccende di casa, ai fornelli. 2.. tr. Assistere, prestare le proprie cure a qualcuno: a. un bambino; a. la madre malata; un vecchio e infermo, senza nessuno che lo potesse accudire. 3 .. anche con riferimento a cose: l’automobile, specialmente d’inverno, va accudita continuamente.

Mi sembrava importante mettere in chiaro il significato della parola in quanto, come si puó facilmente notare, per ”accudire” si richiede qualcosa in piú che ”badare” o ”occuparsi”; ”accudendo” implichiamo automaticamente un livello maggiore di attenzioni e di cure.

Read More

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi