CACCIATORI DI MONTAGNA E DI BECCACCE

Il più felice non è assolutamente chi ammazza di più ne tantomeno chi trova di più e neanche chi ha i cani migliori, il più felice è semplicemente colui che trae il maggior godimento e divertimento nel trascorrere il tempo nel bosco o in montagna dietro la coda del proprio cane inseguendo le prede desiderate…….."magari in solitaria nel più alto rispetto di chi e di cosa lo circonda"

Categoria: Silvio Spanò (Page 1 of 7)

DUE AGGIORNAMENTI DOVEROSI Silvio Spanò

Avanzamento della primavera Russa 6 Maggio 2018 foto di Sergei Fokin

Bruno Meunier, Presidente del CNB, ha scritto sul numero di aprile 2018 de “La Mordorée”  un editoriale di “fine stagione” che vale la spesa riportare, anche come esempio di un’evoluzione positiva ai vertici del più antico e tuttora principale  Club specialistico sulla beccaccia. E questo vale soprattutto quest’anno dopo le tormentate vicende della passata stagione venatoria. Mi sembra che le parole di Meunier, seppur prudenti, siano una responsabile dichiarazione di buona volontà nel tener dritto il timone della salvaguardia, in particolare dove afferma “meglio anticipare gli avvenimenti (negativi) piuttosto che subirli”!

Read More

LE BECCACCE SONO TORNATE? di Silvio Spanò

Le informazioni sull’entità delle beccacce verificate in risalita, non sembrerebbero anticipare informazioni incoraggianti.

In attesa che nel corso della prossima tornata di Assemblee generali dei beccacciai europei (*) si possa finalmente delineare seriamente cosa è avvenuto nella passata stagione e se si pensa di apportare doverose innovazioni per una gestione veramente conservativa della specie, riporto sinteticamente qualche notizia relativa alla migrazione prenuziale che, secondo alcuni, avrebbe potuto fornire indicazioni sull’attendibilità delle previsioni catastrofiche… come se fosse credibile che ad una migrazione autunnale anomala – e comunque certamente non abbondante – potesse corrispondere una “ricca” risalita!

Read More

LA DECANA DELLE BECCACCE RADIOEQUIPAGGIATE (Philippe Vignac)

Foto di Scolopax Sin Fronteras

E’ giusto e interessante che notizie come questa siano divulgate al grande pubblico e pertanto dobbiamo ringraziare Vignac  che s’è premurato di mettere sul suo sito www.lachassedelabecassedesbois.com un commento articolato del dato tecnico, messo in rete dai ricercatori inglesi sul sito www.woodcockwatch.com (S.Spanò).

Read More

INTERVISTA A SILVIO SPANO’

Silvio Spanò a Vormsi

Da dove nasce la tua passione nei confronti della Beccaccia ?
L’11 novembre 1956 da buon “cacciatore generalista” ligure, in un oliveto della Riviera di ponente, tirai ad un uccello, involatosi da terra, che pensavo fosse un “notturno”….Luca, il mio giovane cugino che mi accompagnava, corse e raccattò, con emozione, una beccaccia! Da quel momento cominciarono a tremarmi le mani (e mi tremano ogni volta) e conservai a lungo quel bossolo grigio, di GP cal.20.

Read More

SINTESI E CONSIDERAZIONI ALLARGATE SULLA STAGIONE 2017/18

foto Domenico Rosso di Canale d’Alba che ringrazia l’amico Andrea Bellocchia per la collaborazione

In un quadro di sintesi sulla stagione 2017/18 iniziamo con riportare tradotti alcuni concetti noti, ma pregnanti,  dell’analisi in proposito fatta il 24 febbraio 2018 da Vignac e Ricaud sul loro  sito www.lachassedelabecassedesbois.com (S.Spanò e M.Peli)

“Malgrado una cattiva-mediocre riproduzione annunciata dal Réseau Bécasse dell’ONCFS, i responsabili cinegetici non hanno preso alcuna misura per ridurre i prelievi 2017/18. Da fine novembre i valori dell’Age-ratio caccia hanno mostrato chiaramente che un campanello suonava: livelli di giovani anormalmente bassi nella metà est, particolarmente elevati in quella ovest. La prima reazione del mondo cinegetico è stata di non fare nulla e di aspettare per saperne di più..

Read More

NUOVO PROTOCOLLO OPERATIVO ISPRA PER IL MONITORAGGIO DELLA BECCACCIA NELLE AREE DI SVERNAMENTO (2018)

Oslo-della-Trabaltana-di-Bravaccini-su-Beccaccia-950x712

Oslo-della-Trabaltana-di-Bravaccini-su-Beccaccia-

Il 19 febbraio 2018 l’ISPRA ha inviato alle Regioni e Province Autonome un aggiornamento operativo del precedente (2006) protocollo di monitoraggio della Beccaccia mediante cani da ferma nelle aree di svernamento che recepisce le indicazioni fornite in più occasioni dall’Istituto a seguito di richieste pervenute da Enti pubblici e privati.

Si ritiene pertanto utile allegarne il testo che offre molti particolari sulle modalità di pianificazione (elementi operativi), sulla preparazione e abilitazione dei rilevatori, compreso un programma dei corsi, nonché sull’abilitazione degli ausiliari, tramite una prova cinotecnica a valutarne l’idoneità, da parte di giudici espressamente abilitati a certificare sul campo (con habitat idoneo alla presenza diurna della beccaccia) una serie di requisiti di base.

Read More

IL BUON SENSO FA CAPOLINO……. Silvio Spanò

 17757170_1873798079505113_7477711616575909246_nPrendo spunto da due articoli comparsi sui media del CNB francese e che fanno un quadro piuttosto di buon senso , anche se altro speravamo di vedere, al posto della perenne minimizzazione della preoccupazione. Ci riferiamo ancora a scritti francesi perché hanno strutture, e personale preparato e collaborativo, ovviamente collegato al grosso interesse nazionale (e anche politico quindi) della caccia alla beccaccia. Inoltre molti dati sono geograficamente comparabili o comunque degni di attenzione parallela. Appena disponibili le notizie relative vorremmo allargare il panorama a tutta la paleartica occidentale…ma sarà difficoltoso….

Read More

FLASH INFO n.2 Saison 2017/18 ONCFS-Réseau Bécasse

Scolopax Rusticola (201)

Credo utile riportare una traduzione/sintesi di questo recentissimo documento elaborato il 12 gennaio 2018 da K. Le Rest, F.Gossmann, D.Coreau & C.Bastat, la più informata équipe ufficiale di ricerche sulla Beccaccia, che riprende ed aggiorna il loro Flash INFO n.1, realizzato il 7 dicembre 2017 e tempestivamente riportato in questo sito(9 dicembre 2017).

L’autunno freddo in Europa fino a metà dicembre (ricordiamo le Isole Britanniche con gelo e nevicate imponenti che possono aver influenzato le beccacce in migrazione), sembrava l’annuncio di un rude inverno, ma in seguito le depressioni atlantiche hanno addolcito e “ umidificato” un po’ tutta l’Europa centro occidentale con temperature quasi sempre sopra lo zero. Ricordiamo comunque che in periodo migratorio vero e proprio le condizioni meteo avevano contribuito largamente all’arrivo delle beccacce in tutta la Francia e i suoli umidificati hanno permesso, anche in alcune regioni già siccitose, alla microfauna di risalire in superficie e rendersi così accessibili alle beccacce.

Read More

GESTIONE COTURNICE ALPINA di Silvio Spanò

644148_426802134047258_1675062224_n

Foto di Flavio Campana

Faccio seguire un distinguo perché, come vedremo, si rischiano pasticciacci: infatti in Italia abbiamo una sola specie di Coturnice (Alectoris graeca) distinta in 3 sottospecie (l’alpina A.g.saxatilis, l’appenninica A.g.orlandoi e la siciliana A.g.whitakeri), geograficamente separate e morfologicamente separabili da piccole caratteristiche, che comunque è il caso conservare tal quali senza inquinamenti genetici. In realtà due specie affini, di più facile allevamento e presenza sul mercato (la Pernice rossa e la Coturnice orientale o Ciukar) interfeconde, hanno localmente fatto correre qualche rischio alle Coturnici pure, restando tuttavia abbastanza limitato e attualmente in regressione per una maggior presa di coscienza (acculturamento?) dei cacciatori di montagna, ma forse di più per la difficoltà di sopravvivenza in ambiente ostico di questi soggetti di allevamento e degli ibridi stessi con patrimonio genetico non adatto e probabilmente impoverito per deriva genetica in ambiente di voliera! Doverosamente però ricordo l’esistenza di una fascia di ibridazione naturale, tuttora esistente, tra Coturnice e Rossa sulle Alpi francesi meridionali, descritta nel 1843 addirittura con un nome a sé stante. La possibilità, recentemente confermata (Bernard-Laurent 2017) anche per la Coturnice alpina e nota per specie affini (rossa in particolare) della doppia deposizione in nidi separati, uno incubato dal maschio e l’altro dalla femmine, potrebbe favorire in casi particolari il successo riproduttivo.

Read More

SIATE MOLTO VIGILANTI

Scolopax Rusticola (212)

Il 6 gennaio 2018 P.Vignac e F.Ricaud hanno scritto sul loro bel sito www.lachassedelabecassedesbois.com un appello alla responsabilità, con la premessa che attualmente non ci sono gli estremi per una chiusura temporanea della caccia, obbligatoria e contemporanea su tutto il territorio nazionale quando è in corso un’ondata di freddo con periodo di gelo prolungato sull’Europa orientale e la maggior parte del territorio francese.

Read More

Page 1 of 7

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén

Welcome!

Alcune foto e articoli presenti su www.setterfoto.com ora cacciatori di montagna e di beccacce sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo all’ amministratore – astroepier@gmail.com – che provvederà prontamente alla rimozione del materiale utilizzato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi