CACCIATORI DI MONTAGNA DI BECCACCE E DI BECCACCINI

Il più felice non è assolutamente chi ammazza di più ne tantomeno chi trova di più e neanche chi ha i cani migliori, il più felice è semplicemente colui che trae il maggior godimento e divertimento nel trascorrere il tempo nel bosco o in montagna dietro la coda del proprio cane inseguendo le prede desiderate…….."magari in solitaria nel più alto rispetto di chi e di cosa lo circonda"

Categoria: Wilderness & Veterinaria (Page 2 of 4)

LO STRANO AMBIENTALISMO DEGLI ITALIANI D’OGGI di Franco Zunino

540184_3029632945885_675839942_n

Foto di Mario Salomone

Amore per gli animali versus amore per la Natura

 Ma che strano mondo sta divenendo questo degli ambietal-animalisti degli anni duemila? Un tempo, ormai tanto tempo fa, quando si parlava e scriveva dell’importanza di salvaguardare gli aspetti del mondo naturale, tutti parlavano o scrivevano di flora e di fauna endemica e rara, di spazi naturale e biotopi da salvare e conservare, di luoghi da preservare per la loro bellezza o valore storico-culturale; in pratica, di Natura con la N maiuscola.

Read More

SUL LUPO IN ITALIA QUANDO LE SMENTITE FINISCO PER ESSERE FAKE NEWS!

604153_747216455315265_1989636562842657142_n

Franco Zunino: un commento all’ultima intervista di Luigi Boitani rilasciata al sito del La Stampa il 24.11.2017.

Inizio col notare che mentre l’intento dell’intervista era di demolire “qualche balla”, all’intervista lo stesso sito ha premesso una foto di lupo più somigliante alle razze centro-est-nord-europee che a quelli della popolazione italiana centro-meridionale!

Luigi Boitani inizia con lo smentire casi di reintroduzione di lupi; e sconfessa così se stesso quando in passato scrisse che liberazioni abusive di lupi in Italia non si potevano escludere e che in Italia erano molti i recinti con lupi tenuti in cattività, tanto che già pensò ad una di queste quando vi fu la prima segnalazione di un intero branco apparso improvvisamente in Val Borbera negli anni ’80 del secolo scorso (fortunatamente esistono le cose scritte!).

Read More

ORSO MARSICANO Qualcuno si sveglia! di Franco Zunino

Locandina ex Sindaco di Gioia dei Marsi

E’ raro che quest’Associazione (ed in particolare il sottoscritto!) lodi, ammiri o stimi politici, salvo nei rarissimi casi di chi in politica è entrato per fare il bene sociale e lo fa veramente senza pensare alla rielezione: che nel nostro Paese sono come mosche bianche, persone che difficilmente vengono candidate, e quasi mai poi rielette. E infatti… questa volta una lode va fatta all’ex Sindaco di Gioia dei Marsi (L’Aquila), Claudio Aureli, per la sua pubblica presa di posizione a favore dell’Orso marsicano. Ma non per richiedere la solita condanna della caccia, l’ampliamento del Parco Nazionale d’Abruzzo o, peggio, la damno legalis (e la rovina economica di una famiglia di povera gente!) di chi ha difeso i propri interessi, proprietà e, perché no, la propria vita (perché solo i naturalisti affrontano impavidi gli orsi marsicani, certi che MAI saranno aggrediti: ed il primo è stato, più di una volta, il sottoscritto!). Ma perché le autorità facciano qualcosa per impedire agli orsi di continuare a danneggiare le proprietà dei cittadini marsi, pelini e ciociari; e riportarli nel Parco!

Read More

Orso marsicano: DNA versus Campi di Mais e Pecore di Franco Zunino

Come giocando con la scienza si tenta di risolvere (a tavolino!) il problema dell’Orso

 E’ noto come gli italiani, specie i politici, siano famosi per cambiare nome alle cose e sostenere così di aver risolto un problema.

Con la stessa tecnica, ora ci si mettono anche gli scienziati, in buona o cattiva fede, senza abbinarvi mai un minimo di buon senso e di logica: mentre la scienza vera dovrebbe sempre farlo, perché anche i dati scientifici non possono ignorare la logica. Le ultime notizie sull’Orso marsicano ci dicono che tramite lo studio della genetica si è scoperto che la mansuetudine e l’indole alla domesticità dell’Orso marsicano si spiegherebbe con la presenza di cromosomi (ben 22 frammenti di Dna) indotti dalla millenaria vita in vicinanza dell’uomo. La solita scoperta dell’acqua calda che non risolve i problemi immediati dell’orso e che altri studiosi della biologia dell’orso ed autorità hanno subito utilizzato per giustificare il fenomeno dell’addomesticamento che negli ultimi anni ha colpito la popolazione residua del marsicano, e che loro non sanno risolvere!

Read More

POLLINO: UNA STRADA NEL PARCO! di Franco Zunino

Lasagna 4

Foto di Angelo Lasagna

Della serie: i Parchi in mano alla politica

Una strada è una strada, che la si allarghi ed asfalti è una cosa conseguenziale nell’evoluzione urbanistica della civiltà. Ma farlo non è sempre un merito! E spesso neppure una necessità! Anzi, in Italia il più delle volte le strade sono state fatte, ampliate e asfaltate più come motivazioni per spendere soldi pubblici che non per vere necessità: quale motivazione migliore per un ente pubblico, se non quello di aver speso soldi per realizzare o modernizzare una strada? Un tempo erano le Comunità Montane campioni di queste opere, perlopiù inutili o di scarsa utilità per i cittadini, ma certamente utili per gli organismi appaltatori e per gli appaltatori (quasi sempre loro “amici”): l’Italia ne è piena!

Read More

L’ORSO MARSICANO, i paesi e le autostrade -di Franco Zunino-

181257591-be7def1c-f096-4146-aaba-c5a7377c39d1

Un proverbio dice che quando il dito indica la luna, lo sciocco guarda il dito. Lo si potrebbe adattare alla situazione dell’Orso marsicano, dove sembra che tutti (anche le autorità, ed è la cosa più grave!) anziché cercare di capire i motivi o le ragioni del perché la popolazione ormai sempre più sparuta di quest’animale non viva più nel suo habitat naturale di ancestrale memoria (peraltro protetto come Parco Nazionale proprio allo scopo di difenderlo) è ormai sempre più presente nei paesi, specie in quelli del circondario del Parco (quest’anno ha nuovamente più volte fatto la sua comparsa anche nella capitale dell’area protetta, Pescasseroli e addirittura è stato visto anche attraversare l’autostrada Roma-Pescara per dirigersi sempre più lontano dal Parco), si premurano tutti di richiedere provvedimenti non per far rientrare o far restare gli orsi nel Parco e nel suo range storico di sopravvivenza, ma:

Read More

Come scegliere una crocchetta di qualità approfondimento di- Francesca Coppola educatore cinofilo- dal sito paroladicane.it

alimenti-caniParlando di crocchette, prima di prendere in considerazione le varie marche, è sempre bene ricordare che in ogni caso si tratta di cibo processato, che è stato cotto, macinato, lavorato. Anche se gli ingredienti di partenza fossero eccellenti, dopo tutto il processo di lavorazione, non sono paragonabili a quelli freschi. E’ inevitabile che il valore nutritivo degli ingredienti venga perso durante la lavorazione, ed è per questo che nel cibo industriale vengono sempre aggiunti vitamine e minerali alla fine, per rimpiazzare quello che si è perso.

Read More

HANNO VINTO I “LUPOFILI” Ed è stato sconfitto il LUPO! di Franco Zunino

Foto di Mario Salomone

Associazione Italiana Wilderness

In Italia non è a rischio “il lupo”, è a rischio l’originaria popolazione centro-meridionale del lupo, una delle poche autoctone rimaste nell’Europa sud-occidentale; che non è a rischio di sterminio da parte di cacciatori e allevatori: è a rischio di inquinamento dall’invasione della popolazione di lupi artatamente creata al nord, tra Francia e Piemonte, dove non per nulla la popolazione è cresciuta a dismisura, senza che nessun tecnico o “scienziato” ne abbia spiegato le ragioni e, tanto meno, abbia indagato sulle reali origini di questi lupi.

Read More

ANIMALISTI E LUPI Associazione Italiana per la Wilderness (AIW)

Foto di Mario Salomone

Ogni specie animale merita protezione, almeno fino a quando è, o a rischio di estinzione secondo le regole che stabiliscono gli Stati, o perché l’eccessiva presenza dei loro individui arreca danni economici e/o ambientali tali da spingere la Società ad intervenire a propria difesa ed a difesa degli interessi dei propri cittadini.

Read More

LUPI E PASTORIZIA IN PIEMONTE Associazione Italiana per la Wilderness (AIW)

La contraddizione degli “esperti”:  far aumentare i lupi e far diminuire i loro danni!

Foto di Mario Salomone

I “lupofili” del progetto europeo Life WolfAlps ne stanno pensando un’altra delle loro per far girare il carrozzone di soldi europei che secondo loro dovrebbero servire a proteggere il lupo. Anziché chiedersi il come mai della dismisurata presenza e delle origini di questi branchi di Lupi “alpini” che nel giro di quasi due decenni hanno ripopolato le Alpi piemontesi e la Liguria occidentale (animali assolutamente diversi dai lupi originari del Centro e sud Italia che, pur aumentati, non hanno le caratteristiche di quel fenomeno di “crescita esplosiva” e “domesticità comportamentale” che esiste tra Francia ed Italia, del quale nessuno si meraviglia), stanno pensando a censirne la presenza sguinzagliando studenti sulle loro tracce.

Read More

Page 2 of 4

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén

Welcome!

Alcune foto e articoli presenti su www.setterfoto.com ora cacciatori di montagna e di beccacce sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo all’ amministratore – astroepier@gmail.com – che provvederà prontamente alla rimozione del materiale utilizzato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi