CACCIATORI DI MONTAGNA DI BECCACCE E DI BECCACCINI

Il più felice non è assolutamente chi ammazza di più ne tantomeno chi trova di più e neanche chi ha i cani migliori, il più felice è semplicemente colui che trae il maggior godimento e divertimento nel trascorrere il tempo nel bosco o in montagna dietro la coda del proprio cane inseguendo le prede desiderate…….."magari in solitaria nel più alto rispetto di chi e di cosa lo circonda"

Le beccacce che svernano in Italia sono sempre le stesse.

Pertanto la responsabilità per una gestione ottimale è solo nostra, sia cacciandole in Italia, o andandole a cacciare nei paesi di nidificazione e transito.

Prendo a riferimento uno studio fatto da Philippe Vignac sull’analisi dei segnali Argos che confermano alcuni comportamenti della beccaccia. “ Dopo aver studiato il principio di funzionamento del beacon Argos, abbiamo ora risposte e conferme sul comportamento della beccaccia.

Essendo lo studio Francese si vedono solo le rotte e la provenienza delle beccacce che interessano il nord Italia. L’italia sud meridionale è interessata da altre sub popolazioni e ciò è un bene perché le beccacce prelevate sono di altra provenienza. Spiega pure perché al nord ci sia stato un passo scarsissimo, mentre al sud è andata meglio.

Per parecchi anni, ora in tutto il mondo, il tag di Argos è utilizzato per lo studio degli uccelli migratori compresa la beccaccia. Gli spagnoli nel 2006 sono i precursori nello studiare la beccaccia utilizzando i segnali di Argos, gli italiani e gli inglesi hanno iniziato più tardi ma stanno ora pure loro ottenendo risultati. Nel 2015 anche la Francia ha deciso di fare il grande passo, la CNB * con l’aiuto della Oncfs ha equipaggiare 12 beccacce il primo anno e 12 l’anno successivo. “

* il club nazionale della becassiers

Tratto dal sito: www.lachassedelabecassedesbois.com

Philippe Vignac si è focalizzato ad analizzare tutte le beccacce equipaggiate dagli spagnoli, italiani, inglesi e francesi, complessivamente 104 beccacce sono oggetto di questo studio. Questo studio fornisce dati che confermano che il 98% delle beccacce sono fedeli ai loro siti di svernamento. 97% di loro sono fedeli ai loro luoghi di riproduzione. Almeno il 75% delle beccacce allevano i loro pulcini in siti della Russia. Questi dati sono utili per analizzare la situazione nel nostro paese e in particolare il comportamento della Beccaccia a fronte del cambiamento del clima.

Pertanto l’andamento della riproduzione in alcune aree della Russia determinano l’abbondanza o meno della beccacce che vengono in nord Italia, il centro e il sud sono interessate da beccacce che nidificano nella Russia più orientale. Per il bene delle sub popolazioni che svernano da noi nord e centro/sud servirebbe una gestione oculata, considerato come evidenziato dallo studio che il 98% è fedele alla sua zona di svernamento.

Previous

L’incontrismo di Giancarlo Bravaccini

Next

L’importanza dei segni durante la caccia di David Stocchi

5 Comments

  1. Matteo Mannino

    Al sud non ho mai visto beccaccie che riproducono ., a quale zone del sud Vi riferite ?
    Nei vostri studi avete avuto casi di riproduzione tra Sicilia e Calabria io vivo in Sicilia .

  2. Jeek69

    Vivo sull’Appennino tosco emiliano, alcuni vecchi cacciatori mi hanno detto di avere trovato anni fa, nidificazioni di beccacce con i relativi piccoli. A mio modesto parere ciò può essersi verificato per problemi dovuti al rientro nei paesi di origine a seguito di ferite riportate durante la caccia.

  3. Silvio Spanò

    Qui si parla di beccacce che nidificano in Russia e svernano in Italia…nei commenti avete fatto confusione, leggete meglio!
    Silvio

  4. Giovanni Fiorenza

    Anche in sila anni fa sono stati trovati dei nidi e seguiti fino alla schiusa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén

Welcome!

Alcune foto e articoli presenti su www.setterfoto.com ora cacciatori di montagna e di beccacce sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo all’ amministratore – astroepier@gmail.com – che provvederà prontamente alla rimozione del materiale utilizzato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi