Moreno 3

Questo preleva 80% di quelle sparate forse di più.

IL 30! FANTASMA O REALTA’

A partire dal 2011 il Prelievo Massimo Autorizzato (PMA) per la Beccaccia è fissato, a livello Nazionale, a 30 per stagione.

Spesso evocato, raramente provato, alcuni tra noi conoscono o hanno inteso parlare del cacciatore che ogni stagione “riempie” il suo carnet.

Io ne ho voluto sapere di più per provare a risolvere l’equazione Fantasma/Realtà.

Il Beccacciaio caccia per lo più da solo, qualche volta in due, oltre è un’altra caccia….Oggi cacciando con buoni cani e senza “accessori” può sparare solo sotto ferma in media per stagione al 51%* delle beccacce levate. Sapendo che un eccellente tiratore preleva in media 80% di quelle sparate (raramente di più) e un tiratore medio 35%, ho fatto una tabella che mostra, a seconda dell’abilità di ciascuno, quante beccacce deve levare in una stagione per raggiungere le “30”. *% è la media che io ho realizzato nell’ultimo decennio, con estremi 45-55%. Ogni cacciatore può inserire la percentuale che ha realizzato grazie a suoi appunti e osservazioni.

24879029_10210568138584356_74314938_o

Questa tabella mostra che per la grande maggioranza dei cacciatori di beccacce il numero di diversi uccelli che deve alzare in una stagione per prelevarne Trenta è inaccessibile.

Questa constatazione è confermata dai risultati della stima dei prelievi realizzati sui 4 Dipartimenti Bretoni (Bilancio PMA Bretagne , stagione 2009/10) e sui 5 d’Aquitania (Stima prelievi Beccacce 2011/12) 

Su 300.000 cacciatori che prelevano almeno una beccaccia (inchiesta ONCFS  sui prelievi 1998/99) in Bretagna ove il ritorno dei carnets è dell’87%, e per l’Aquitania del 37%, meno dell’ 1% di essi ne prelevano 30 (0,3-0,8%) . ​

Anche considerando che le dichiarazioni dei prelievi di 30 siano probabilmente sottostimate, in assenza di inchieste più recenti  il “30” per la Francia non è certamente raggiunto oggi che da 1500-2500 cacciatori al massimo, secondo gli anni. In realtà per tutti gli altri (298.000) il “30” è e resterà un fantasma!

Supponendo (ipotesi realista) che questi 1500-2500 cacciatori possano potenzialmente prelevarne 40, il numero delle beccacce risparmiate grazie al PMA 30 sarebbe compreso fra 15.000 e 25.000 per stagione, appena il 3% del prelievo stimato 2013/14  (Faune Sauvage n° 310, Ottobre 2016).

Noi possiamo (al volo) porre la domanda: il PMA Nazionale 30/stagione è ancora adatto per una limitazione dei prelievi? ​

​ Philippe Vignac

Moreno 2

Ma sono un pochi quelli che prelevano 80% delle beccacce sparate

Ho sempre pensato che la Francia avesse trovato la quadratura del cerchio con l’introduzione del PMA Nazionale, ma che il numero (sia pure sperimentale) di un massimo di 30 beccacce all’anno fosse dl tutto inutili a ridurre il prelievo, perché  i cacciatori che possono raggiungerlo sono così pochi che non incidono sulla popolazione totale. Sarà da calibrare verso il basso su un livello che incida sulla maggioranza dei prelievi (10-15 capi, come in Piemonte o Liguria, credo siano già più realistici…meglio 10). Utili invece i massimi giornalieri e,  più ancora, quelli settimanali…..sempre che i cacciatori compilino correttamente il carnet e lo restituiscano a chi lo elabora.

L’articolo di Vignac tocca molto bene il problema, da tener presente anche in caso di applicazione “regionale” di un PMA (come l’attuale” che,  tuttavia dovrebbe esser uniformato, visto che le beccacce sono non solo transregionali, ma transnazionali. (Silvio Spanò)

Home