CACCIATORI DI MONTAGNA, DI BECCACCE E BECCACCINI

Il più felice non è assolutamente chi ammazza di più ne tantomeno chi trova di più e neanche chi ha i cani migliori, il più felice è semplicemente colui che trae il maggior godimento e divertimento nel trascorrere il tempo nel bosco o in montagna dietro la coda del proprio cane inseguendo le prede desiderate…….."magari in solitaria nel più alto rispetto di chi e di cosa lo circonda"

Russia, stagione riproduttiva 2017. Corrispondenza fra Sergej Fokin e Silvio Spanò

Fokin[2362]

Vologda Nord Russia 9.5.17 -Tempo di croule-Fokin

Come al solito, gentilmente il caro amico, Sergej Fokin responsabile del gruppo di studi ornitologici sulla Beccaccia a Mosca, mi ha mandato un sintetico cenno della situazione, quest’anno di incerta valutazione fino al prossimo resoconto di fine settembre, con l’apprezzamento del rapporto giovani/adulti rilevabile durante le catture di inanellamento a inizio migrazione. Le foto che mi ha inviato documentano la nevicata dello scorso maggio nei territori di cova. Allego la traduzione della sua e-mail del 20 luglio 2017. (Silvio Spanò)

Caro Silvio,
Stagione anomala: primavera lunga e fredda, in particolare durante la nidificazione e la schiusa dei pulcini (maggio-inizio giugno) era molto freddo e piovoso. In maggio e giugno la temperatura media è stata di 3 gradi sotto il normale. All’inizio di Maggio nelle aree centrali e settentrionali ha nevicato. Vologda Nord Russia 9.5.17 -Tempo di croule-Fokin[2361]Ha piovuto ininterrottamente per diversi giorni. Anche Giugno freddo e piovoso, ma la maggior parte della pioggia è caduta in luglio. Solo adesso è estate-calda e soleggiata. Ora non posso dire quale impatto questo tipo di tempo abbia avuto sulla riproduzione e sui pulcini beccaccia, cosa che potrà essere constatata dopo l’inizio dell’inanellamento nel mese di settembre. Per la maggior parte degli uccelli quest’estate fredda e piovosa ha causato a un forte calo del successo riproduttivo (in particolare “grouses” – Tetraonidae). Non ricordo una così lunga primavera ed estate fredde e piovose . Qualcosa di simile è accaduto nel 1964. Scusa per non aver risposto prima , ho passato un sacco di tempo nel lavoro di campo, al di fuori di Internet.
Cordiali saluti, Sergey Fokin

Previous

LA DELIBERA SULLA CACCIA ALLA BECCACCIA LA TOSCANA FINALMENTE! di Silvio Spanò

Next

Le memorie di Adelio Ponce de Leon “Parte prima di tre”

1 Comment

  1. TOLDO LORIS

    SPERIAMO CHE QUANTO ESPOSTO SOPRA NON SIA TRAUMATICO PER LE BECCACCE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén

Welcome!

Alcune foto e articoli presenti su www.setterfoto.com ora cacciatori di montagna e di beccacce sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo all’ amministratore – astroepier@gmail.com – che provvederà prontamente alla rimozione del materiale utilizzato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi