Scolopax Rusticola (212)

Il 6 gennaio 2018 P.Vignac e F.Ricaud hanno scritto sul loro bel sito www.lachassedelabecassedesbois.com un appello alla responsabilità, con la premessa che attualmente non ci sono gli estremi per una chiusura temporanea della caccia, obbligatoria e contemporanea su tutto il territorio nazionale quando è in corso un’ondata di freddo con periodo di gelo prolungato sull’Europa orientale e la maggior parte del territorio francese.

Per contro il mondo cinegetico della beccaccia, sempre pronto ad approvare le proposte rassicuranti sulla specie del Réseau Bécasse dell’ONCFS, s’è mostrato assai debole nella reazione quando è stato annunciata “una riproduzione 2017 Cattiva/Mediocre”. Dopo questo annuncio, il silenzio assordante dello stesso Réseau sulle iniziative da prendere, è ciò che caratterizza il paesaggio cinegetico francese. Si sussurra che la direzione del CNB chiederebbe di abbassare i prelievi giornalieri e settimanali a fine stagione. Tanto meglio, se è vero; ma queste informazioni confidenziali avranno ben poco impatto.

Siamo già al 6 gennaio. Globalmente in Francia è già stato realizzati circa 80-85% del prelievo e niente o quasi è stato fatto!

E’ quindi urgente prendere misure drastiche di riduzione dei prelievi sull’insieme del territorio francese, affinchè non risultino null’altro che simboliche su gennaio e febbraio 2018.

Nell’ attesa, da oggi, Cacciatori Responsabili, non prelevate più.

Per la Beccaccia qualcosa non quadra!

E’ quello che stiamo dicendo già da novembre.

Ed è quanto ripetiamo anche noi…mi pare con pari effetto sconsolante in un panorama nauseante! Certamente in Italia ormai siamo agli sgoccioli della stagione, quel che stato è stato (sottolineando anche che da noi alcune regioni del nord hanno chiuso la caccia con dicembre, o localmente prima, e che in gennaio in qualche altra sono state limitate le giornate di caccia e/ o i carnieri), e speriamo non ci sia più il tempo per effetti climatici catastrofici. In altri Paesi dove la beccaccia si caccia in parte (o tutto) febbraio il problema resta acuto e solo un sia pur tardivo ravvedimento delle persone, accoppiato ad una prosecuzione dolce dell’inverno, sarebbe provvidenziale! (Silvio Spanò & Mirco Peli Cacciatori di montagna e di beccacce già www.setterfoto.com ).

Home