CACCIATORI DI MONTAGNA, DI BECCACCE E BECCACCINI

Il più felice non è assolutamente chi ammazza di più ne tantomeno chi trova di più e neanche chi ha i cani migliori, il più felice è semplicemente colui che trae il maggior godimento e divertimento nel trascorrere il tempo nel bosco o in montagna dietro la coda del proprio cane inseguendo le prede desiderate…….."magari in solitaria nel più alto rispetto di chi e di cosa lo circonda"

Tag: caccia in montagna Page 1 of 2

LA GIORNATA “QUASI” PERFETTA di Mirco Peli -Pubblicato sul III volume di Antologia-

La fase riproduttiva sembra essere stata ottima, le nidiate sono cresciute senza grosse perdite e con i censimenti di agosto e settembre ci siamo caricati come molle. Il cane è valido e ci soddisfa, e decidere dove iniziare la stagione venatoria è solo una questione di gusti personali: il mio primo compagno di caccia Nello, nostalgico coturnat, non resiste a quella che è stata la passione di una vita intera. Solo la nebbia rischia di rovinarci la giornata, ma all’apertura siamo più forti anche della natura. Giornata ottima, per quest’anno con le coturnici la nostra quota è fatta. Bisogna ricordarsi sempre di non esagerare.

Read More

Tutto sul “TROFEO MONTAGNE BRESCIANE” (Calendario e Risultati delle prove del 2018)

ALBO D’ORO

1° Edizione 1989 Zico di Crocedomini di Giorgi Giacomo

2° Edizione 1990 Arno di Tartari Adriano

3° Edizione 1991 Zico di Crocedomini di Giorgi Giacomo

4° Edizione 1992 Gip di Cossali Pietro

5° Edizione 1993 Gip di Cossali Pietro

6° Edizione 1994 Clem di Crocedomini di Pelamatti Fausto

7° Edizione 1995 Toti di Crocedomini di Giorgi Giacomo

8° Edizione 1996 Gill di Scribano Giovanni

9° Edizione 1997 Bossi di Silini Fulvio

10° Edizione 1998 Gian di Crocedomini di Giorgi Giacomo

11° Edizione 1999 Clem di Crocedomini di Pelamatti Fausto

12° Edizione 2000 Aton di Silini Fulvio

13° Edizione 2001 Gian di Crocedomini di Giorgi Giacomo

14° Edizione 2002 Tano di Vecchiati Fausto

15° Edizione 2003 Bil di Salvetti Mauro

16° Edizione 2004 Nilo di Silini Fulvio

17° Edizione 2005 Orfeo di Crocedomini di Giorgi Giacomo

18° Edizione 2006 Orfeo di Crocedomini di Giorgi Giacomo

19° Edizione 2007 Arno di Montecimarone di Ambrosoli Tiziano

20° Edizione 2008 Aston di Poli Ivo

21° Edizione 2009 Pino di Tartari Adriano

22° Edizione 2010 Ras di Pensa Domenico

23° Edizione 2011 Berry di Fiorona Roberto

24° Edizione 2012 Blek di Caldinelli Giancarlo

25° Edizione 2013 Blek di Caldinelli Giancarlo

26° Edizione 2014 Blek di Caldinelli Giancarlo

27° Edizione 2015 Vasco del Monte Guglielmo di Palini

28° Edizione 2016 Helory  di Roberto Fiorona

29° Edizione 2017 Tuono di Monte Guglielmo di Giancarlo Caldinelli

30°Edizione 2018 Tissot di Giacomo Giorgi

RISULTATI E CALENDARIO 30° EDIZIONE 2018

VISUALIZZA LOCANDINA GARE CON NUMERI DI TELEFONO E LOCALITA’ DI RITROVO

8 APRILE : MONTE LADINO – LUMEZZANE (BS)

1° ECC Tissot sim Giorgi G.

2° ECC Full ptm di Damiani D.

3° ECC Tuono di Monte Guglielmo stm di Caldinelli G.

4° ECC Tartalky’s Po di Mosca F.

5 MB Febo stm di Gazzoli C.

6 MB Gaia sif di Alberti A.

7 MB Brembo stm di Fiorona R.

8 MB Bloom sif di Fiorona R.

21 APRILE : ZUMELLA / CONCARENA – PASPARDO (BS)

Annullata 

28 MAGGIO : MONTE GUGLIELMO – ZONE (BS)

1° MB Marzale’s Iris sif di E. Turla

13 MAGGIO : MONTE CAMPIONE – ARTOGNE (BS)

BATTERIA N° 1 – VOTTA
1° ECC. sim VASCO del monte guglielmo di A. Palini
2° ECC. sim TUONO del monte guglielmo di G. Caldinelli
3° ECC. sim FEBO del monte guglielmo di C. Gazzoli
4° M.B. sif ARY di Rotta
5° M.B. sim LORY od SLJIUKA TRAVEL di O. Salvi
6° M.B. sif TOSCA di BELLICINI
7° B. sim MATHEW di RAVASIO

BATTERIA N° 2 – EPIS
1° ECC. sim TISSOT di G. Giorgi
2° ECC. sif BLOOM di R. Fiorona
3° M.B. sif LINDA di C.Del Manso
4° M.B. sim BACK di R. Fiorona
5° M.B. sim LEADER di Scattini
6° M.B. sim TARTALKY’S PO di F. Mosca

 

27 MAGGIO : CAREGNO – GARDONE V.T. (BS)

BATTERIA n. 1 – Giudice Sig. Denis Ghitti:

1° M.B. sim VASCO del MONTE GUGLIELMO di Aldino Palini;
2° BUONO sim DA VINCI di Mattia Rella

BATTERIA n. 02 – Giudice Sig. Dario Gamba:

1° ECC. sif REA del MONTE GUGLIELMO di Giancarlo Caldinelli – Carlo Pagliari
2° ECC. sim FULL di Oliviero Salvi
3° M.B. sim GIUDA del MONTE GUGLIELMO di Nino Bogialli.

24 GIUGNO : COLLE SAN ZENO – PEZZAZE (BS)

BATTERIA n. 01 – Giudice Sig. U. Longinotti:
1° ECC. sim GREGOR di VAL di CHIANA di D.Pensa
2° ECC. sim LORI OD SLJIUKA TRAVEL di O. Salvi
3° M.B. sim VASCO del MONTE GUGLIELMO di A. Palini

BATTERIA n. 02 – Giudice Sig. S. Allotta
1° ECC. sif BLOOM di R. Fiorona
2°M.B. sim KROG di A. Bonzi
3° B. sim SPRITZ di P. Cossali

BARRAGE NON ASSEGNATO.

8 LUGLIO : MONTE PORA 

BATTERIA 1 – Giudice Sig. Protopapa:
1° ECC. sim RAIS Sacristani
2° M.B. sim KROG  A. Bonzi
3° M.B. sim TISSOT G.Giorgi
4° M.B. sim QUARK di CROCEDOMINI G. Giorgi

BATTERIA 2 – Giudice Sig. Rossi:
1° ECC. sim TUONO del Monte Guglielmo G. Caldinelli
2° ECC. sim ALI’ – Favero
3° ECC. sim MOSE’ della VECCHIA IRLANDA A. Pederiva
4° ECC. sim TARTALKY’S PO F. Mosca
5° M.B. sif MARZALE’S JESPICA Turla – Caldinelli
6° M.B. sim DA VINCI Rella
7° M.B. sif MALENA del Monte Guglielmo Caldinelli – Vezzoli

22 LUGLIO : MANIVA (BS)

BATTERIA 1 – Giudici Sigg Lussignoli – Lanzanova:
1° ECC. sim BACK di Fiorona
2° M.B. sim MOSE’ della VECCHIA IRLANDA di Pederiva
3° M.B. sim NAVAR di Pensa
4° M.B. ptf AMY di Borghi
5° B. sif MARZALE’S JESPICA di Caldinelli
6° B. sim TARTALKY’S PO di Mosca
MENZIONE per CARLITOS del SARGIADAE di Pensa

BATTERIA 2 – Giudici Sigg. Lupezzi – Bodei:
1° ECC. sim TISSOT di Giorgi
2° ECC. sim GIUDA del MONTE GUGLIELMO di Bogialli
3° ECC. sim TYSON del MONTE GUGLIELMO di Bogialli

BARRAGE tra BACK di FIORONA e TISSOT di GIORGI vinto da TISSOT di GIORGI.

 

19 OTTOBRE : SERINA (BG)
N.C.

Il gallo Cedrone di Mario Rigoni Stern

foto di Denis Rensi

È un animale che segna la primavera: quando fiorisce quel larice che dicevo prima, nel mese di aprile (non ha ancora le foglie, ma mette fuori dei fogliolini di un colore bellissimo e luminoso di cui lui si ciba) l’urogallo canta e chiama le femmine. È il momento della montagna unico e irripetibile in cui lo si può sentire; un momento che sta diventando sempre più raro perché questo animale è molto difficile, ama il silenzio, ama la solitudine, ama i boschi antichi.

Read More

Intervista concessa da Bartolomeo Cavaglià e pubblicata su Beccacce che passione La caccia con il setter Inglese

IMG_0291

Quanto è difficile far crescere un buon cane da montagna

Come prima domanda direi che è parecchio aleatoria….
il problema non penso sia una questione di caccia alla tipica alpina, oppure di caccia alla beccaccia, quanto piuttosto della densità di selvaggina che si incontra sui terreni nei quali si caccia. Il cane che non avrà la fortuna di cacciare in certi paradisi terresti al di fuori dei nostri confini è giusto che si abitui alla penuria fin da subito. La scarsità di selvaggina può diventare un problema quando si deve dressare un soggetto da prove, dove al momento del frullo del selvatico si va a ferire il nostro ausiliare nell’amor proprio. Il buon soggetto arriva comunque dove deve arrivare, semplicemente ci metterà un po di più per far tesoro di tutte le esperienze che gli servono per farlo diventare un grande cane da caccia.

Read More

MONTAGNA & CACCIA ALPINA : QUALE CANE ? di Giuseppe Coti Zelati

Lodo, Marzale's

Lodo, Marzale’s  da www.marzales.it

La montagna ha soprattutto un significato ed un sapore. Il significato è di cose vere. Il sapore… anche. L’ambiente alpino esalta il lavoro del cane e ti fa capire la necessità massima di avere un ausiliare che sia tale anche di fatto e non solo nel nome. Un cane vero, non una comparsa ad eseguire uno stereotipato compitino ma esaltazione di sagacia, sopportazione della fatica e del dolore, coraggio, autonomia… Forte personalità. Prima, quando li facevo, ed anche adesso che li rilascio, i CAC, mi vengono di tanto intanto rivolte stupide ed infantili insinuazioni ed illazioni del tipo :..”si ma li nessuno vede niente, …il bosco…, chissà cosa combinate…..”.

Read More

Emozioni ottobrine 07- 2015 di Mario Bruno Salomone.

12162230_10205286126538742_656846784_oLa luce che aumenta ad oriente preannuncia il nascere del nuovo giorno. Il cielo si tinge di porpora portandosi appresso le poche nuvole come gocce purpurree di rugiada che, man mano che aumenta il chiarore, si perdono nell’infinito. La prima neve se un po’ ritirata sui bricchi più alti, ma nei versanti a nord sembra non voler cedere il passo al tiepido sole ottobrino. I setter fremono, mentre calzo gli scarponi: lo sanno, lo sentono che oggi si fa sul serio. In addestramento una covata di cotorni lo trovata, ma con il tempaccio degli ultimi giorni non si sa se hanno cambiato lidi. La mia felicità di esser certo che in zona non ve altro umano armato dura poco, il rombare di due auto mi coglie di sorpresa. Meno male sono tre amici di vecchia data e dopo una chiacchierata si decide l’itinerario. Io e Mario Pio siamo arrivati primi e allora decido la zona, mentre loro faranno una valle laterale.

Read More

Serraglio, Settembre 1996 “ CONFIDENZE…” di G. Coti Zelati

AFTER e gli amici

AFTER

Essere figli di un cane da prove, contrariamente a quanto si possa pensare, è un bel casino. Essere figlio poi di un cane che corre le prove di montagna è il massimo della sfiga, ve lo assicuro. Durante le prove del circuito il tempo non c’è mai. Sai, la concentrazione, la tensione, la difficoltà di qualche turno di straforo e via di questo passo, mi relegano sempre in gabbia per venti ore al giorno. Scendo giusto per mangiare e sporcare. Gli allenamenti poi, nelle zone dove dovrei cacciare, vista la concomitanza delle date di questi con quelle del Saladini, vanno a farsi benedire. A caccia non ne parliamo.

Read More

La vigilia della caccia di Mario Rigoni stern

10362383_307834899404941_2786487724651035158_n

Ormai le accese discussioni sono finite: qualche critica, qualche apprezzamento e basta. Tanto, le date sono fissate e c’è solo una notte a separare l’alba di questo giorno. Il paese s’è acquietato e apparentemente dorme. Solo i segugi tirano le catene nei cortili, ogni qual tratto alzano la testa e abbaiano contro le stelle; non hanno letto il calendario, pure da tante cose hanno capito che il momento è arrivato. I cani da ferma: setter, pointer, bracchi, si agitano nel sonno, che non è sonno ma sogno della giornata che si preannuncia, e uggiolano e brontolano e fremono con le narici e le labbra. I boschi, le valli, i monti, le case, gli uomini, i selvatici sono come avvolti in un aria misteriosa e insolita. Qualcosa di nuovo accadrà certamente domani: molti uccelli avranno stroncato il volo, molti quadrupedi la corsa. Sarà morte per tante creature; sarà fine dei canti, di danze, di fame, di gelo. Un colpo: un’ala che si stira, una zampa che si rattrappisce: poi nulla.

Read More

Una tranquilla apertura in montagna di Mirco Peli

Usate (73)In Valle Sabbia la caccia alla tipica di monte è ancora possibile; ma la presenza di selvaggina è accettabile solo sulle montagne d’alta valle, in particolare nelle zone più difficili da raggiungere. Il mio setter durante i censimenti è stato morso da una vipera, fortunatamente si sta riprendendo, ma se lo voglio in forma per il passo delle beccacce, all’apertura è meglio che lo lasci riposare. Non mi va di uscire con il fucile senza cane; cosi mi accordo con Ciso, per accompagnarlo con la sola macchina fotografica. Destinazione l’alta Valle Sabbia; una buon’occasione per scattare qualche bella foto e osservare lavorare cani specialisti, di fauna tipica di monte, patrimonio che si conserva e si rinnova soprattutto per la difficoltà per accedervi, ma soprattutto grazie alle confinanti montagne del Trentino che fungono da serbatoio.

Read More

le Vere Grandi Emozioni di Lucio Scaramuzza (Apologia del cane “normale”)

1463697_269806573144141_227188829_n

L’idea di parlare finalmente dei nostri cani “normali” rendendo loro un doveroso ringraziamento la trovo, nei loro confronti un autentico atto di giustizia. Quest’idea nasce da una bella chiacchierata con alcuni amici cacciatori bergamaschi che ho avuto il piacere di conoscere a seguito di un invito di Piero Regazzoni. La discussione verteva sul fatto appunto che si tende sempre a parlare di grandi cani come se fossero cani alla portata di tutti, trascurando di parlare dei nostri cani che nella maggioranza dei casi sono cani “normali”, ma non per questo meno importanti ed emozionanti. Chi di noi da quando abbiamo l’uso della ragione, cioè da quando capiamo qualche cosa di cani, non ha avuto il desiderio di avere il grande cane? Molte volte lo si rincorre per tutta la vita, ma pochi di noi hanno avuto il piacere di possedere una così importante “opera d’arte”.

Read More

Page 1 of 2

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén

Welcome!

Alcune foto e articoli presenti su www.setterfoto.com ora cacciatori di montagna e di beccacce sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo all’ amministratore – astroepier@gmail.com – che provvederà prontamente alla rimozione del materiale utilizzato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi