173437287-91393167-0d5f-4492-af00-6b544791c2f1

Valter Trocchi tecnico ISPRA -Sarebbe molto utile la collaborazione dei cacciatori di Beccaccia, soprattutto se si adottasse un “tesserino elettronico” o almeno fosse possibile diffondere/distribuire ai “beccacciai” uno strumento elettronico analogo (anche se non sostitutivo del tesserino ufficiale cartaceo, quindi su base volontaria). Si tratta di strumenti dotati di funzione GPS ed eventuale scheda GSM, ammortizzabili negli anni (costo corrispondente ad un cellulare di qualità medio-bassa).

L’uso di uno strumento di questo tipo consentirebbe potenzialmente di annotare elettronicamente: uscite (alla beccaccia), area di caccia, tempo di caccia effettivo, n. ausiliari, localizzazione GPS degli incontri e dei prelievi; disponendo di scheda GSM, le informazioni potrebbero essere inviate in tempo reale ad una banca dati informatizzata (consultabile, potenzialmente, on-line). Soprattutto, georeferenziando gli eventi di caccia, sarebbe possibile interfacciarli con le cartografie digitali di uso del suolo (G.I.S.) e realizzare finalmente una serie di elaborazioni di grande rilievo su dati di presenza reale della specie nel territorio. Naturalmente il tutto è condizionato dal numero di “strumenti elettronici” che si potrebbero attivare: l’ideale sarebbe che il “tesserino elettronico” fosse adottato ufficialmente da qualche Ente preposto“.

App “TosCaccia” Si informa inoltre che dalla stagione venatoria 2017/2018, la Regione Toscana ha reso disponibile una App denominata “TosCaccia” per l’introduzione del tesserino venatorio elettronico per i cacciatori toscani, con l’obiettivo del superamento del tesserino venatorio cartaceo.

L’applicazione può essere scaricata gratuitamente su tutti i telefoni cellulari compatibili e consentirà di registrare, analogamente al tesserino cartaceo, la giornata di caccia, l’ambito di caccia frequentato e i prelievi effettuati. L’ utilizzo di tale applicazione è facoltativa e non obbligatoria, i cacciatori toscani possono scegliere di continuare ad utilizzare il tesserino venatorio cartaceo tradizionale. L’adozione e l’utilizzo di tale App, sostituisce a tutti gli effetti la compilazione del tesserino venatorio tradizionale cartaceo, anche se non precludono in questa prima fase sperimentale il ritiro e la riconsegna del medesimo presso il Comune di residenza e il possesso del tesserino venatorio cartaceo durante l’attività venatoria.