CACCIATORI DI MONTAGNA, DI BECCACCE E BECCACCINI

Il più felice non è assolutamente chi ammazza di più ne tantomeno chi trova di più e neanche chi ha i cani migliori, il più felice è semplicemente colui che trae il maggior godimento e divertimento nel trascorrere il tempo nel bosco o in montagna dietro la coda del proprio cane inseguendo le prede desiderate…….."magari in solitaria nel più alto rispetto di chi e di cosa lo circonda"

“BEC VERT”, ecco cosa significa

22473648_10210211734474476_2079342648_o

Abbiamo sentito parlare del codice etico denominato “BEC VERT” rivolto ai Tour Operator ed alle Agenzie di Viaggi Venatori che aderendo al protocollo della F.A.N.B.P.O., sottopongono i propri clienti ad accettare e rispettare regole volte a salvaguardare la specie Beccaccia. In particolar modo, chi viaggia con queste Agenzie aderenti, si impegna a :

1) Non prelevare più di tre beccacce al giorno

2) Non praticare la caccia alla posta

3) Non importare illegalmente le beccacce prelevate dai paesi dove il divieto di esportazioneè in vigore e/o il commercio è vietato

Comunque per maggiore informazione riportiamo nel seguente link tutto il protocollo, per visionarlo basta cliccarci sopra :  Protocollo “BEC VERT”

Previous

Le Opere Artistiche di Alessio Mascia

Next

Risultati e Classifica finale del Trofeo Montagne Bresciane 2014

4 Comments

  1. Secondo me il comportamento etico dovrebbe essere una cosa indispensabile sia quando cacciamo all’estero sia quando cacciamo in Italia. Però mentre tutti sono pronti a ricordarci che bisogna comportarsi eticamente quando si caccia all’estero,mentre molti (forse un po troppi),sono pronti ad insorgere,in modi più o meno violento contro chi caccia all’estero ,NON TROVO NESSUNO ,che spende parole per ricordare che le grandi stragi di beccacce ,sia cacciando con il cane, sia alla posta si fanno soprattutto in ITALIA E IN FRANCIA. Mi viene il grande sospetto che , in realtà ,non interessi tanto la salvaguardia della beccaccia ,ma piuttosto la salvaguardia delle beccacce che potrebbero arrivare in Italia…..e si perché se interessasse davvero la beccaccia come specie ,1°) si pubblicherebbero e si pubblicizzerebbero i dati sul numero degli abbattimenti che ogni anno vengono fatti, nel Mondo ,in Francia ,in Italia e se ci aggiungiamo anche la Grecia sarebbe ancora meglio.
    2°) amando così tanto la beccaccia invece che preoccuparci delle pagliuzze ,dovremmo preoccuparci delle travi,dovremmo incominciare a dire a tutti questi signori ,che ad ascoltare le loro panzane sembrerebbe che vanno a caccia con i cani solo per vedere le beccacce ,e che se gli chiedi quante ne hanno uccise si scandalizzano,….a questi signori che credono di vivere a quattro dita da terra,in modo che possano guardare tutti dall’alto al basso,bisogna dire che se amassero davvero le beccacce e se davvero fossero convinti che la specie è in pericolo,penso che e PROPRIO DA NOI CHE DOBBIAMO COMINCIARE…..UCCIDIAMO MILIONI DI BECCACCE E FACCIAMO FINTA DI PREOCCUPARCI DELLE POCE MIGLIAIA CHE VENGONO UCCISE ALL’ESTERO…? NON TROVO CHE QUESTO SIA UN COMPORTAMENTO ETICO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • Sono completamente d’accordo con te Lucio, l’ETICA se uno ce l’ha se la porta dietro in ogni parte del Mondo, e voglio sperare che ne faccia buon uso soprattutto a casa dove avvengono le vere mattanze……..con la solita stima David

  2. Farina giuseppe

    La colpa va prettamente all’Italia dove la cultura della caccia e latente le aavv erano solo preoccupate alle tessere la vigilanza affidata alla buona volontà dei guardi caccia che purtroppo vivendo sui luoghi di residenza si chiude un occhio .Bisogna far comprendere che la beccaccia non puo essere considerata un tordo o un fagiano una strana non perché non abbiano gli stessi diritti ci mancherebbe ma perché mente la beccaccia non è riproducibile come la stanziale ha anche il problema del metabolismo legato alle condizioni meterelogiche quindi molto precarie .per quando riguarda la caccia all’estero non prendiamoci x i fondelli x le canoniche tre certo non stragi ma si va per un carnieri di 7/8 al giorno sempire se ci sono nessuno e dico nessuno va per 3 beccacce al sud tempo permettendo si incontano quasi sempre

  3. Athos

    Vorrei capire se chi mi ha preceduto nel commento andrebbe a caccia con un agenzia “bec vert”… mi aiutate? Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén

Welcome!

Alcune foto e articoli presenti su www.setterfoto.com ora cacciatori di montagna e di beccacce sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo all’ amministratore – astroepier@gmail.com – che provvederà prontamente alla rimozione del materiale utilizzato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi