CACCIATORI DI MONTAGNA E DI BECCACCE

Il più felice non è assolutamente chi ammazza di più ne tantomeno chi trova di più e neanche chi ha i cani migliori, il più felice è semplicemente colui che trae il maggior godimento e divertimento nel trascorrere il tempo nel bosco o in montagna dietro la coda del proprio cane inseguendo le prede desiderate…….."magari in solitaria nel più alto rispetto di chi e di cosa lo circonda"

Page 2 of 87

I cacciatori con la mente offuscata, ma c’è speranza – di Mirco Peli-

Crocedomini lago della vacca

Due Crocedomini a coturnici nel regno delle bianche

Sono anzianotto e penso di aver imparato qualcosa durante la mia lunga militanza nella categoria dei cacciatori e seppur sappia che è sempre sbagliato generalizzare, posso dire che la dove il territorio diventa insufficiente e la selvaggina pure, i cacciatori che praticano la loro attività diventano strani, gli si offusca la mente. Fatto questo che non si verifica, la dove ci s’incontra raramente e la selvaggina è sufficiente per tutti, anzi in questi casi i comportamenti dei cacciatori diventa da gentiluomini.

Read More

Finita! di Adelio Ponce de Leon

ADELIO-PONCE-DE-LEON

C’è un momento triste nei tuoi giorni in cui ti dici… Ho superato i novant’anni e comincio a sentirmi vecchio. Una notte nel letto, prima di chiudere gli occhi, mi sono detto: “È finita!”. Mi sono sempre ritenuto un cacciatore secondo a nessuno. Ma ora ho superato i novant’anni e improvvisamente mi sono sentito vecchio. Al Palazzo di giustizia, durante una delle ultime arringhe, mentre stavo difendendo un imputato avevo tra le mani il codice e mi accingevo a leggere una di quelle massime della Cassazione scritte in corpo piccolissimo in calce agli articoli.

Read More

“CANI DA S-CACCIA” prima parte di Stefano Franceschetti

11407239_10204263713617672_5707341924919689605_n

Il primo giorno di Matteo al fronte.

L’apertura della stagione di caccia alla selvaggina stanziale rappresenta uno dei momenti più attesi dell’anno per il cacciatore ed il suo ausiliare. E’ un giorno particolare, fatto di speranze, ricordi e tradizione, ma tornare a casa a mani vuote può far mettere in discussione le proprie abilità venatorie!

Read More

Nuove date del Campionato Europeo di primavera 2018 – Selezione della squadra-

Tolomeo detto Astor LO1627574

Tolomeo detto Astor

Raccogliendo l’invito formulato dai gordonisti europei, al fine di evitare lo svolgimento del campionato in Italia nelle stesse date di alcune tradizionali prove internazionali che si corrono in Francia nel mese di Marzo, abbiamo concordato l’anticipazione della manifestazione di una settimana.

Read More

“RICORDI DI GIORNATE DI CACCIA” di Giuseppe Gattoni

Un giorno sulla via dei ricordi delle tue giornate di caccia alla beccaccia ti accorgerai che le uniche che valgono sono state quelle che hai trascorso tu da solo, con il tuo cane nel  tuo angolo segreto del bosco, scoperto da te, senza che nessuno te lo indicasse e dove ogni autunno una beccaccia, la tua “regina con la corona”si mostrerà. Il momento che condividerai  con il tuo cane ti resterà scolpito nel cuore per sempre,sarà come quando hai scoperto l’amore con la donna della tua vita…I giorni di caccia  in compagnia con altri amici cacciatori, con cani non tuoi, in posti di altri che ti faranno da guida saranno come orge d’amore di gruppo, ti lasceranno l’amaro in bocca e il cuore vuoto…..e quelle beccacce che avrai preso in compagnia,non saranno “regine con la corona”!Le ricorderai soltanto come poveri batuffoli di penne che non volano più.

Grandi Carnivori e Zootecnia tra conflitto e coesistenza. Direttore responsabile: Silvano Toso

22140294_10210132437852110_1622977100_oRecentemente ho accompagnato un amico americano, appassionato osservatore della natura e della fauna, a visitare un tratto del basso Appennino bolognese. Nel corso dell’escursione gli dissi che in quell’area si era insediata da alcuni anni una famiglia di lupi e che nel territorio della provincia vivevano almeno quattro branchi di questa specie.

La sua reazione fu di grande stupore e quasi d’incredulità; non riusciva convincersi che un ambiente così segnato dalla presenza millenaria dell’uomo, ancora in buona misura coltivato, con insediamenti abitativi diffusi, una fitta rete stradale e distante pochi chilometri da una città di oltre quattrocentomila abitanti potesse ospitare un grande predatore che, nel suo immaginario e nella sua esperienza personale, associava a vastissimi spazi naturali assai poco o per nulla alterati, in una parola al concetto di “wilderness”.

Read More

«Vado a caccia perché ho l’istinto predatorio»

Luca Vetterli a sin.a colloquio con Vasco Gamboni foto pro natura Ticino Andrea Persico

Luca Vetterli a sin. a colloquio con Vasco Gamboni -foto pro natura Ticino/Andrea Persico-

Quest’intervista “tratta da pro natura Ticino n° 9 agosto 2006”  intende sondare il rapporto tra caccia e protezione della natura dalla viva voce di un cacciatore vicino ai due mondi, peraltro membro di lunga data di Pro Natura.

Domanda di Luca Vetterli: Vasco, tu sei cacciatore, amante della natura, promotore di un parco nazionale, docente di storia: vorrei che introducessi i nostri lettori agli aspetti nascosti e più misteriosi della caccia che generalmente sfuggono al grande pubblico. Una domanda personale per cominciare: ti è già capitato d’aver paura d’un animale?

Risposta di Vasco Gamboni: … timore sì, delle vipere, finché non le vedo, ma non paura… e certamente non per gli aspetti ancestrali del serpente del paradiso terrestre.

Read More

Campionato Europeo 2017 Pointer su Beccacce

22117965_10210125457437604_1801273842_o

Per il programma clicca C. Europeo Pointer Dicembre 2017

Coturnici Orobiche di Vanni Mantegari

22069020_10210107077459715_1932517210_o

Foto di Angelo Lasagna

Il loro mondo e là in cima, dove la solitudine trama con il silenzio incantate vastità di sogno e la roccia è un tormento che duramente contrasta le bizzarre vicende del cielo.

Read More

Capacità olfattive del cane

IMG_4448

 Che il cane possieda grandi capacità olfattive infinitamente superiori a quelle dell’uomo è universalmente risaputo, anche da coloro che non ne hanno mai posseduto uno. Per essere esemplificativo, vi dirò che il nostro amico ha la capacità di individuare due singoli granelli di una determinata sostanza in un’area più grande di uno stadio di calcio: può sembrare incredibile ma è così! Un cane senza olfatto sarebbe come un uomo privo della vista, anzi peggio, in quanto la funzione olfattiva è per lui il senso principale e prevalente su tutti gli altri. 

Read More

Page 2 of 87

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi